Le risposte ai quesiti

L’esenzione IVA nei confronti di non tesserati: qual è la fonte normativa?

Buonasera si chiede di sapere se dal mese di agosto 2023 per le s.s.d. è possibile far rientrare nell'esenzione IVA ai sensi dell'art. 10 le prestazioni sportive (corsi vari) svolte nei confronti di soggetti non tesserati

Incompatibilità della carica di presidente in più a.s.d.

Si può essere Presidente di due a.s.d. che fanno riferimento alla medesima disciplina sportiva (ciclismo) ma affiliate una alla Federazione Ciclistica Italiana e l'altra alla UISP?

Le figure di segretario e tesoriere in una a.s.d.

Il segretario e il tesoriere devono essere membri del consiglio direttivo di un'associazione o possono essere scelti esternamente al consiglio direttivo?

Uscita dal “regime 398” e “decommercializzazione”: due questioni indipendenti

Una società sportiva dilettantistica a responsabilità limitata, oltre ad avere la prima squadra iscritta alla lega nazionale serie A di pallavolo, ha anche tutto il settore giovanile con squadre di ragazzi di ogni età. Tutti i ragazzi vengono tesserati alla Fipav e ovviamente essendo una s.s.d. non sono associati direttamente alla società. La società fino alla stagione 2022/2023 (conclusasi il 30 giugno 2023) era in regime ex legge 398/1991 e ha applicato il regime di esclusione Iva per le quote annuali corrisposte da questi ragazzi (che non pagano singole lezioni ma appunto pagano un quota annuale di partecipazione al settore giovanile). Dal 1° luglio 2023 la società è uscita dal regime ex legge 398/1991 per superamento del limite dei ricavi commerciali. Si chiede quindi: 1. è corretto il regime di esclusione applicato sino al 30 giugno 2023? 2. per la stagione corrente andrà applicato il regime di esclusione ex articolo 4, di esenzione ex articolo 10 oppure di imponibilità Iva al 22 per cento?

Distribuzione utili e art. 148 T.U.I.R.

In una s.s.d. lo statuto vieta la distribuzione, anche indiretta, degli utili e avanzi di gestione, fondi e riserve comunque denominati in favore di soci, lavoratori, collaboratori, componenti degli organi sociali, anche nel caso di recesso o qualsiasi ipotesi di scioglimento individuale del rapporto, fatto salvo quanto previsto dall'art. 8 comma 3 e 4-bis d.lgs. 36/2021. Tutto questo può andare in contrasto con quanto previsto dall'art. 148 comma 8 lett. a) del T.U.I.R.? Grazie

Maestro di tennis con partita IVA come professione abituale, può percepire compensi co.co.co come...

Un maestro di tennis esercita come professione abituale quella della maestro di tennis con partita IVA, con l'agevolazione fiscale e previdenziale del lavoratore sportivo a partire dal 1/7/23. Il maestro di tennis è anche tesserato presso una società sportiva di motocross come atleta di motocross: il maestro si chiede se possa percepire compensi co.co.co. entro i 5.000 per le prestazioni di motocross o se debba aprire un nuovo codice Ateco e fatturare le sue prestazioni verso la società sportiva di motocross

Imposta di bollo su atto costitutivo di a.s.d.

Si chiede se per la registrazione di un atto costitutivo di a.s.d. sia necessario apporre le marche da bollo o se tali associazioni siano esonerate

Erogazione liberale ad a.s.d. e agevolazione ex art 100 T.U.I.R.

Si chiede se anche l'erogazione liberale fatta a favore di una associazione sportiva dilettantistica possa, anche alla luce delle nuova procedura di riconoscimento introdotta con la riforma, beneficiare dell'agevolazione di cui all'art 100 c. 2 lett a) del T.U.I.R. Ringraziando anticipatamente, auguro un buon lavoro

Codici ATECO per sportivi con partita IVA

Si chiede quale sia (o quali siano) i codici ATECO da utilizzare per i lavoratori sportivi con partita IVA

Adeguamento statuto, cambio di denominazione e pagamento imposta dei registro

Un ufficio dell'Agenzia delle Entrate ha chiesto il pagamento dell'imposta fissa di registro di € 200,00 perché nel verbale dell'assemblea straordinaria di adeguamento dello Statuto alla Riforma dello Sport la a.s.d. aveva inserito anche il cambio di denominazione. Tuttavia l'associazione aveva specificato nella delibera che si modificava anche la denominazione per renderla più consona alla nuova normativa. È corretta la richiesta dell'ufficio?

Resta connesso

2,857FansMi piace
216FollowerSegui

Ultimi articoli

Fiscosport.it