Home Lavoro e previdenza

Lavoro e previdenza

Decreto Sostegni e indennità ai lavoratori iscritti al FPLS: spetta anche ai lavoratori sportivi...

Al fine di fronteggiare adeguatamente l’emergenza economica scaturita dal diffondersi dell’epidemia da Covid-19, il decreto Sostegni, così come il decreto Ristori agli artt. 15 e 15 bis, ha riconosciuto un’indennità omnicomprensiva a favore di alcune categorie di lavoratori che risultano più colpiti dalle misure restrittive imposte dall’emergenza sanitaria.

Bonus collaboratori sportivi e “riduzione” dell’attività

Chi ha già ricevuto bonus nel 2020 non deve rifare procedura su Sport e Salute ma solo rispondere alla mail che arriverà confermando su un link e dichiarando di avere i requisiti. Si chiede - là dove non sia il caso di cessazione del contratto, ma di riduzione - cosa si intenda esattamente con quest'ultima e a cosa vada riferita: per esempio, si prende come riferimento il totale dei primi due o tre mesi del 2021 e si confrontano con il 2020? o si fa il confronto tra il cud relativo ai compensi 2020 e quello relativo ai compensi 2019? e come si prova quindi la riduzione, con una comunicazione della a.s.d. o con le ricevute o i cud dei periodi di riferimento?

INAIL fornisce ulteriori chiarimenti sulla sospensione contributi e versamenti

Con una nota del 25 febbraio l'ente assicurativo risponde ad alcuni quesiti relativi all’individuazione dei destinatari della sospensione degli adempimenti e dei versamenti in favore di FSN, EPS e associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche

Compensi art. 67 T.U.I.R. e posizione contributiva

Una a.s.d. si avvale di istruttori che ricevono compensi art. 67 T.U.I.R. entro i 10.000,00 euro. Qualora si vada oltre il limite esente dei 10.000,00 vanno versate la ritenuta e le addizionali, ma si chiede cosa si debba fare ai fini previdenziali e assicurativi (Inps, Inail). Inoltre alcuni compensi riferiti al 2020 verranno effettivamente erogati nel 2021 con bonifico: in quale certificazione unica andranno indicati, in quella del 2022? 

Sospensione contributi INAIL nello sport: dall’Ente arrivano istruzioni operative

Dopo la circolare INPS del 5 febbraio 2021, anche l'INAIL interviene con un documento di prassi a commento della sospensione dei termini sul disposto dei commi 36 ss. dell’art.1 della l. 178/2020 (Legge di Bilancio 2021)

Sospensione contributi previdenziali e assistenziali nello sport – La Circolare INPS n. 16 del...

Ci ha impiegato un po’ di tempo, e nel frattempo la scadenza del 16/01/21 è passata, ma alla fine le disposizioni di prassi dell’Istituto previdenziale sono arrivate...

Legge di Bilancio 2021 e diritto del lavoro: dove sono le agevolazioni promesse?

Analizziamo in maniera schematica e sintetica le disposizioni dettate dalla Legge di Bilancio 2021 (L.178 del 30/12/2020) in ambito di diritto del lavoro e che possono interessare il mondo sportivo dilettantistico

Sospensione Contributi previdenziali e assistenziali: INPS, ci fai sapere?

Nella disposizione che prevede la sospensione dei contributi previdenziali e assistenziali inerenti ai rapporti di lavoro subordinato per associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche ci sono alcuni aspetti poco chiari

Iscrizione INPS commercianti del socio lavoratore nella s.s.d.

Volendo costituire una s.s.d. (cod. ATECO 931200) in cui uno dei soci presterà la propria collaborazione come istruttore e, quanto meno inizialmente, sarà retribuito come sportivo dilettante, si chiede gentilmente se questi debba essere iscritto alla gestione INPS commercianti.

Sospensione dei versamenti contributivi in scadenza nel mese di dicembre

L’Inps, con il solito proverbiale tempismo che ha caratterizzato l’Istituto da marzo 2020 ad oggi, pubblica nella serata del 14/12 la circolare 145 con le indicazioni generali per la sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi scadenti nel mese di dicembre 2020 e in particolare il 16 del mese.

Resta connesso

2,740FansMi piace
206FollowerSegui

Ultimi articoli

Somministrazione di alimenti e bevande presso una s.s.d. a r.l.

0
Si pongono i seguenti quesiti: 1. - la somministrazione di alimenti e bevande nei confronti dei soli tesserati di una s.s.d. a r.l. all'interno dei locali dove svolge la propria attività, è da considerarsi commerciale? In caso non lo sia, sarebbe comunque soggetta a IVA, essendo la società in regime di 398? Nell'ipotesi che tale attività non sia da considerarsi commerciale, come si devono registrare gli incassi di tale attività? 2. - è possibile erogare tali servizi occasionalmente nei confronti di non tesserati (es. accompagnatori di tesserati, partecipanti a tornei, ecc.)? 3. - come si devono inquadrare, da un punto di vista contrattuale, le persone che lavorano presso il bar del circolo? È possibile utilizzare il compenso sportivo? Nel ringraziarvi per la vostra attenzione, vi rivolgiamo i nostri saluti.
Fiscosport.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la. nostra privacy policy.