Home Approfondimenti

Approfondimenti

La CGT di I grado di Roma si esprime – favorevolmente – sull’esenzione IVA...

Con sentenza n. 4275/2024, depositata il 02/04/2024, la Corte di Giustizia Tributaria di primo grado di Roma – sez. 36 – si esprime per la prima volta in merito all’applicabilità, anche per il passato, del secondo comma dell’art. 36-bis della Legge 112 del 10/08/2023, avente ad oggetto l’esenzione IVA delle attività sportive rese da Società ed Associazioni sportive dilettantistiche nei confronti di persone che praticano lo sport, riconoscendone l’efficacia retroattiva.

I premi: quali adempimenti dichiarativi?

Sia a carico di chi li corrisponde che a carico di chi li percepisce, non sono da trascurare

I premi agli atleti stranieri

È frequente la domanda se si applichi o no il medesimo trattamento fiscale previsto per i premi versati agli italiani. La risposta è affermativa: lo chiarisce l'esame della normativa di riferimento

UNILAV Arbitri e la nuova funzione sul RAS (Spoiler: funziona!)

In zona cesarini rispetto alla scadenza del 31 marzo 2024, apprendiamo dal sito di Sport e Salute che da giovedì 21 marzo, per gli Organismi Sportivi, anche paralimpici, per CIP, CONI, Sport e Salute e per gli enti sportivi dilettantistici affiliati è possibile effettuare le comunicazioni al centro per l'impiego relativamente ai direttori/giudici/ufficiali di gara attraverso la piattaforma del RAS come disposto dall’art. 25 co. 6ter del d.lgs. n. 36/2021. E in Fiscosport abbiamo testato la procedura...

Il trattamento fiscale del punto di ristoro all’interno della a.s.d.

Nella pratica quotidiana è fattispecie piuttosto comune la presenza di un punto ristoro (bar e ristorante) all'interno della struttura gestita da un sodalizio sportivo dilettantistico, con accesso pubblico, quindi non riservato ai soli soggetti qualificati (associati, tesserati). Vediamo di seguito qual è il corretto trattamento dei corrispettivi incassati

Gli adempimenti per l’apertura della Partiva IVA dopo il 1° gennaio 2025

Cosa accadrà dal 01/01/2025, quando si dovrà avere Partita IVA ed emettere scontrino telematico in esenzione per le entrate delle quote associative e dei corsi di formazione? E come verranno trattati in sede di dichiarazione dei redditi eventuali attività commerciali quali sponsor e contratti di somministrazione?

Le istruzioni alla compilazione della D.R. si “scordano” l’esenzione fiscale dei compensi fino a...

Che fare? Calma e sangue freddo: il termine per il pagamento per imposte e contributi scade tra 4 mesi...

I cambiamenti della disciplina IVA: le paure del settore sportivo sono giustificate?

Prendiamo spunto da due quesiti rivolti da nostri lettori - tra i tanti giunti in redazione sul tema - per fare il più sinteticamente possibile il punto sulla questione IVA

La disciplina delle co.co.co. nel nuovo CCNL per i lavoratori sportivi

0
Dopo una prima analisi (*) degli effetti che il contratto collettivo sottoscritto dai sindacati confederali determina o potrebbe determinare sui contratti individuali di lavoro sottoscritti da associazioni e società sportive con i propri dipendenti o collaboratori sportivi, si affrontano in questa in questa sede le novità che il nuovo CCNL riflette sulla forma contrattuale più diffusa nel settore dilettantistico: la collaborazione coordinata e continuativa

CCNL lavoratori dello sport: a chi, come e quando si applica?

Il 12 gennaio 2024 è stato siglato il nuovo CCNL per i lavoratori dello sport da Confederazione italiana dello sport–Confcommercio e SLC-CGIL, FISASCAT-CISL e UILCOM-UIL, con vigenza triennale dal 1° gennaio 2024 al 31 dicembre 2026: un accordo innovativo rispetto al precedente in quanto adeguato al nuovo panorama legislativo introdotto dalla riforma del lavoro sportivo. Nelle pagine che seguono si analizzano gli effetti sui contratti individuali di lavoro sottoscritti dai sodalizi sportivi con i propri dipendenti o collaboratori.

Resta connesso

2,857FansMi piace
216FollowerSegui

Ultimi articoli

Dimissioni del vicepresidente e tempistiche per l’approvazione del bilancio

0
In una a.s.d. in 398 il vicepresidente ha rassegnato le dimissioni e non si trova chi lo sostituisca. Se non si trova in tempi brevi un nuovo presidente quali sono le conseguenze? Ci si riferisce in particolare alla prossima scadenza relativa all'approvazione del bilancio. Grazie e buona giornata
Fiscosport.it