Home Circolari e risoluzioni

Circolari e risoluzioni

Secondo l’Agenzia delle Entrate – Risposta n. 453 del 31/10/2019 – è delegabile l’organizzazione...

Con la conseguenza che il contributo straordinario versato dalle società per la partecipazione alle manifestazioni sportive organizzate da una figura terza non commerciale non è imponibile ai fini IRES.

Compensi agli amministratori: dalla recentissima Risposta dell’Agenzia delle Entrate n. 452 nessuna novità per...

Ma poiché è oggetto di grande attenzione, approfittiamo per ripercorrere la non semplice questione del limite a tali compensi

Esenzione imposta di bollo su corrispettivi corrisposti da associati/tesserati e sui conti correnti

0
L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta al quesito n. 361 del 30/8/2019 formulato da una società sportiva dilettantistica, fornisce alcuni chiarimenti in merito all'agevolazione in materia di imposta di bollo

La Circolare dell’Agenzia delle Entrate 18/E del 01/08/2018 – Buone e “meno buone” notizie

Continuiamo l’analisi dell’importante documento dell’Agenzia Entrate, iniziata nell’ultima Newsletter con i contributi di Stefano Andreani e Patrizia Sideri e proseguita nel presente numero con i contributi della stessa Patrizia Sideri e di Marco D’Isanto. L’oggetto del presente intervento verterà su alcune tematiche analizzate dalla circolare che formano “tipicamente” oggetto di contestazioni in sede di verifiche tributarie e sulle quali sono pendenti numerosi contenziosi. Per motivi di chiarezza espositiva, l’analisi seguirà l’ordine di elencazione della circolare, che non necessariamente corrisponde al “peso" e all’ordine di importanza degli argomenti trattati.

Pubblicata la tanto attesa Circolare dell’Agenzia delle Entrate in materia di questioni fiscali di...

Più volte, negli ultimi mesi, gli articoli di Fiscosport hanno accennato a un documento di prassi di cui si attendeva la pubblicazione quando si fossero conclusi i lavori del Tavolo tecnico tra l’Agenzia delle entrate e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano. E quel momento è arrivato: è di oggi 1 agosto, infatti, la Circ. n. 18/E dell'AdE, che qui alleghiamo, accompagnata dal Comunicato stampa

Con la Circolare n. 16E del 28/04/2016 l’Agenzia delle Entrate presenta la futura strategia...

Del recente documento a firma del Direttore Orlandi si è avuta notizia anche nelle sedi non specializzate, quali telegiornali e quotidiani nazionali: il "cambio di passo" di cui parla l'Agenzia non poteva infatti passare inosservato...

LA RECENTE RISOLUZIONE DEL M.E.F. 7/DF E IL PAGAMENTO DELL’IMU

Pochi giorni fa il Ministero per l’Economia e Finanze ha emanato una Risoluzione in materia di IMU (Ris. 7/DF del 5 giugno 2013, qui allegata), con la quale vengono offerti chiarimenti circa le modalità di determinazione della prima rata dell’IMU dovuta per il 2013 dagli enti non commerciali. Lunedì 17 giugno, infatti, è in scadenza il pagamento della prima rata IMU per il 2013: anche alla luce dei chiarimenti lì offerti riteniamo utile riportare di seguito i nuovi criteri applicabili a decorrere dal 2013 per la determinazione dell’imposta, richiamando sia i vari provvedimenti che si sono susseguiti in questi ultimi mesi sia i contributi offerti dai Consulenti Fiscosport in merito a quest’imposta, la cui esistenza finora appare, a dir poco, “sgangherata”

L’AGENZIA DELLE ENTRATE FORNISCE CHIARIMENTI IN MERITO AL MODELLO EAS E ALL’APPLICABILITA’ DELLA REMISSIONE...

Con la Risoluzione 110/E del 12 dicembre scorso l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito all'applicabilità dell'istituto della remissione in bonis sia per gli enti che non abbiano provveduto ad inviare il Modello EAS, sia per quell i che lo abbiano inviato oltre i termini previsti.

“SANATORIA EAS e 5 per mille”: ISTITUITO IL CODICE TRIBUTO – A cura di...

Con la risoluzione n. 46/2012 del 11/05/2012, che si allega,  l’Agenzia delle Entrate ha ora istituito i codici tributo da utilizzare nel caso di sanatoria degli adempimenti formali e nel caso della remissione in termini del 5 per mille. * Giuliano Sinibaldi, Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Pesaro

CONSIDERAZIONI SUL CARATTERE COMMERCIALE DELL’ATTIVITA’ SVOLTA DA ENTI NON COMMERCIALI – L’ANALISI DELLA RISOLUZIONE...

Con la Risoluzione sopra citata l’Agenzia delle Entrate è tornata ad occuparsi della problematica relativa ai requisiti dell’attività svolta da un’associazione senza scopo di lucro ai fini della qualificazione della stessa quale attività commerciale o istituzionale. La risoluzione fa seguito alle recenti circolari n. 12 E e 13 E del 12/04/2009 e rientra nel “filone” relativo alla rinnovata e rafforzata attenzione rivolta nei confronti della correttezza nell’utilizzo delle agevolazioni previste dalla legge in favore del terzo settore oggetto dall’art. 30 del D.L. 185/2008 (c.d. decreto anticrisi), sul quale si pone anche la sentenza della Corte di Cassazione n. 22739 del 09.09.2008, citata in altro articolo della presente newsletter. Al di là del caso specifico oggetto dell’analisi dell’Agenzia delle Entrate – in verità assai particolare e del tutto estraneo al mondo sportivo dilettantistico – l’interesse rivestito dalla risoluzione è relativo alle indicazioni di carattere generale contenute nella stessa ai fini dell’identificazione della commercialità o meno dell’attività svolta da un ente.

Resta connesso

2,408FansMi piace
205FollowerSegui

Ultimi articoli

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!