Home Le risposte ai quesiti

Le risposte ai quesiti

Riaperture e balli di coppia in circoli culturali e ricreativi

Una scuola di danza che fa serate di ballo di coppia e intrattenimento sia presso la propria sede sia presso altri circoli culturali chiede maggiori informazioni in merito alle riaperture delle sale da ballo al chiuso che svolgono serate di ballo di coppia, come liscio, salsa, tango, boogie ecc... Mentre infatti risulta tutto chiaro quanto a capienze, impianti di aerazione, tracciamento, vi sono dubbi sulla possibilità che i balli di coppia siano concessi anche in circoli culturali, senza mascherina e con possibilità di cambio partner. Grazie

I benefici per chi effettua erogazioni liberali a OdV

Si chiede quali siano i benefici per il soggetto che effettua erogazioni liberali a favore di Organizzazioni di Volontariato iscritte ai registri regionali, nelle more dell’operatività del RUNTS

Il trattamento fiscale dell’incasso per affitto di impianto sportivo

Una s.s.d. di calcio che ha optato per il regime della legge 398/91, ha ricevuto in concessione dal comune un impianto sportivo utilizzato durante il giorno dagli associati e tesserati per lo svolgimento della normale attività sportiva. Alla sera viene affittato a privati che giocano a calcetto estranei alla società sportiva. Relativamente agli incassi derivanti dall’affitto si chiede se sia necessario emettere una ricevuta fiscale; si chiede inoltre se siano soggetti al 22% di IVA e se possano essere considerati ricavi rientranti nella legge 398/91 (e quindi soggetti alla forfetizzazione di iva e tasse). Grazie

Gestione di attività di affitto impianto sportivo con annesso bar

Due soggetti privati hanno intenzione di prendere in affitto un impianto sportivo (campi di calcio a 8 e 5) dove all'interno è ubicato anche un bar (prevalentemente a servizio degli avventori dei campi). L'attività che si vuole svolgere è quella di affittare i campi a privati e/o scuole calcio con tariffe ad ora e il funzionamento del bar sarà a servizio degli utilizzatori dei campi. Si vuole gentilmente avere un parere circa la possibilità di costituire una s.s.d. con eventuale affiliazione con qualche Ente/federazione in modo tale che tutti gli incassi sia dei campi che del bar, usufruendo della legge 398/91, si possano considerare non commerciali; o in alternativa quale è il corretto inquadramento per l'attività che si vuole svolgere. Grazie per il prezioso servizio

5 per mille: i criteri della prevalenza di soggetti minori, anziani o svantaggiati

Ai fini dell’accesso al riparto del contributo del 5 per mille per le associazioni sportive dilettantistiche, si chiede quali siano i criteri per poter affermare nell’autocertificazione che l’associazione svolge in via prevalente: attività di avviamento e formazione allo sport dei giovani di età inferiore a 18 anni, oppure in favore di persone di età non inferiore a 60 anni ovvero attività nei confronti di soggetti svantaggiati in ragione delle condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari. È proprio il concetto di svolgere in via prevalente che non è chiaro: bisogna tener conto del numero di iscritti, dei fondi stanziati, oppure di qualche altro fattore? Ringrazio per la cortese attenzione

I controlli sul Green Pass: come procedono nella pratica?

Si vorrebbe capire meglio come funzionano tecnicamente i controlli sul certificato verde green pass da parte delle autorità; il dubbio è il seguente: premesso che il titolare (o altra persona con delega) è l'unico autorizzato al controllo del green pass dei frequentanti una palestra, cosa accade in caso di controllo nel momento in cui il titolare mostra l'applicazione per il controllo sul cellulare, rispondendo che sono tutti regolari? Non potendo conservare copia cartacea viene creduto sulla parola? I verificatori possono accedere e chiederlo ai singoli o per la privacy non lo possono fare? Grazie

Istruttrice con partita IVA e collaborazione con a.s.d.

Una istruttrice con partita IVA, in gestione separata, vorrebbe iniziare a collaborare con una a.s.d., riconosciuta dal Coni, e affiliata solo a un EPS. Si tratta di una istruttrice di ginnastica artistica e fitness priva di attestazioni rilasciate dalle relative Federazioni sportive. Una istruttrice con partita IVA, in gestione separata, vorrebbe iniziare a collaborare con una a.s.d., riconosciuta dal Coni e affiliata a un EPS. Si tratta di una istruttrice di ginnastica artistica e fitness priva di attestazioni rilasciate dalle relative Federazioni sportive. Si chiede se debba comunque procedere con la contribuzione ex-enpals e se possa rimanere in gestione separata. Si vorrebbe inoltre sapere se vi sono minimali contributivi annuali previsti dalla gestione ex-enpals e se, nel caso di doppia iscrizione (gestione separata ed ex-enpals), dovranno essere versati entrambe. Grazie

Registrazione del nuovo statuto e imposta di bollo

Una a.s.d. attualmente non affiliata ad alcun Ente, e quindi non riconosciuta dal Coni, deve procedere alla registrazione del nuovo Statuto. Si chiede se sia riconosciuta qualche esenzione ai fini della tassazione, o se invece sarà tenuta a versare imposta di registro per euro 200 e marche da bolli (euro 16 ogni 4 facciate per almeno due copie originali). Inoltre: l'associazione dovrà presentare il modello EAS conseguente alla registrazione del nuovo statuto (variazione punto 35 del modello)? Grazie

A.s.d. e addetta alla segreteria

Una a.s.d. (attività di palestra) affiliata al Coni avrebbe bisogno di una addetta alla segreteria (tesseramento, raccolta iscrizioni, ecc.) Da quanto letto sembra che si possa utilizzare la lettera d'incarico di cui all'art. 67 T.U.I.R. 1° comma lett. m.: compensi fino a € 10.000 non soggetti a tassazione (redditi diversi). È un comportamento corretto? Grazie

Raccolta fondi – Limiti tra attività istituzionale e attività commerciale per a.s.d. senza partita...

Una piccola a.s.d. iscritta al Registro CONI, senza Partita IVA, si limita a fare solo attività didattica sportiva; a seguito della crisi dovuta alla pandemia da covid-19, e alle difficoltà nel sostenere tutte le spese, pur sapendo che in assenza di partita IVA non si può fare attività commerciale, si chiede se vi sia possibilità di fare altre attività purché saltuarie e limitate, tipo raccolta fondi e vendita gadget sociali: in particolare si chiede inoltre se esistano limiti economici entro i quali devono rientrare le raccolte fondi e come debbano essere rendicontate. Grazie

Resta connesso

2,857FansMi piace
209FollowerSegui

Ultimi articoli

Riaperture e balli di coppia in circoli culturali e ricreativi

0
Una scuola di danza che fa serate di ballo di coppia e intrattenimento sia presso la propria sede sia presso altri circoli culturali chiede maggiori informazioni in merito alle riaperture delle sale da ballo al chiuso che svolgono serate di ballo di coppia, come liscio, salsa, tango, boogie ecc... Mentre infatti risulta tutto chiaro quanto a capienze, impianti di aerazione, tracciamento, vi sono dubbi sulla possibilità che i balli di coppia siano concessi anche in circoli culturali, senza mascherina e con possibilità di cambio partner. Grazie
Fiscosport.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la. nostra privacy policy.