Home Enti Terzo Settore

Enti Terzo Settore

I benefici fiscali del crowfunding (raccolta fondi)

La nostra federazione ha fatto un progetto di crowfunding al fine di raccogliere fondi da destinare a giovani talenti. La gestione della racconta fondi è stata curata da una associazione specializzata. Sono arrivati contributi da aziende e da privati. Questi contributi, che poi vengono girati interamente alla federazione, si possono considerare "elargizioni liberali" e quindi poter usufruire dei benefici fiscali?

La comunicazione delle erogazioni liberali

Aumentano i dati presenti nelle dichiarazioni dei redditi precompilate: le erogazioni liberali degli ETS

Efficacia costitutiva dell’iscrizione al Runts quale ETS

In data 24 e 30 novembre sono stati pubblicati nel sito del Ministero del lavoro e delle politiche sociali i primi due elenchi delle APS e ODV iscritte al RUNTS per decorrenza dei termini della trasmigrazione

Bilancio d’esercizio e Principio contabile ETS

La pubblicazione del principio contabile dedicato agli ETS perfeziona il quadro di riferimento della reportistica contabile degli Enti del Terzo Settore di cui al d.lgs. 117/2017. Abbiamo perciò ora lo schema di riclassificazione del bilancio d’esercizio nonché quello per gli ETS di minori dimensioni, cioè quelli con volume di proventi inferiore ai 220.000 euro/anno. Lo studio che segue intende fornire alcuni elementi teorici e pratici per la redazione del bilancio, non solo in fase di prima applicazione del modello di riclassificazione ma anche in seguito

Come verificare la trasmigrazione al RUNTS

Nel caso di associazione già iscritta in un registro Regionale è possibile verificare se la fase di trasmigrazione al Runts (da parte della Regione) sia in atto e stia procedendo correttamente? Sono previste delle comunicazioni via mail/pec?

5 per mille: sono online gli elenchi 2021

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono disponibili gli elenchi per la destinazione del 5 per mille dell’anno finanziario 2021

Compensi a volontari e lavoratori di una APS

Una associazione culturale APS operante come ente del terzo settore svolge dei corsi didattici di musica e canto, rivolti ai propri soci. Alcuni insegnanti sono membri del consiglio direttivo, altri sono soci ordinari, quasi tutti sono dipendenti pubblici. Si chiede come inquadrare tale figure per eventuali compensi, rimborsi spese/chilometrici. Ad oggi hanno prestato le lezioni come volontari a titolo gratuito o con collaborazioni occasionali fino a 5.000,00 € versando ritenuta d'acconto. Viste le nuove norme per il terzo settore sui volontari ci si chiede come inquadrare tale figure. Grazie della vostra disponibilità, buon lavoro

Costi e proventi figurativi nei bilanci del terzo settore

In vista del prossimo obbligo di deposito del bilancio dell'anno 2021, una associazione di volontariato chiede di chiarire quando occorre compilare la sezione che riguarda i costi e proventi figurativi, che sembra facoltativa; l'associazione non ha tenuto un registro riguardo alle ore, per esempio, svolte dai volontari per l'attività di volontariato, il bilancio è stato redatto senza questa sezione che rappresenta una assoluta novità. Nel caso sia obbligatoria, si richiede indicazione sulle modalità di calcolo e se da ciò derivi la tenuta di un registro presenze per i volontari. La compilazione della sezione può essere richiesta dal Runts in un momento successivo al deposito del bilancio?

Rimborsi chilometrici per i volontari degli enti del terzo settore

Un'ente di volontariato vorrebbe sapere se i volontari che collaborano per le associazioni del terzo settore, regolarmente iscritti sul registro dei volontari attivi, possano presentare, in merito al rimborso spese previsto nell’art. 17 del d.lgs 117/2017, una nota spesa con la compilazione dei rimborsi chilometrici (quindi importo indicato dalla tabella Aci per il numero dei chilometri percorsi con il proprio mezzo), naturalmente nei limiti consentiti. Ad avviso dell'ente, su questo tema c'è confusione e i pareri sono discordanti: in sintesi, i rimborsi chilometrici hanno la natura di rimborsi forfettari, pertanto vietati dalla norma in esame?

Fisco e Terzo settore: basta rinvii, ora serve chiarezza

0
Con il Runts (Registro unico) operativo, in assenza di modifiche normative, dell'autorizzazione UE e di interpretazioni dell'agenzia rischiamo davvero che l'intero sistema architettato dalla riforma del 2017 vada a sbattere

Resta connesso

2,857FansMi piace
210FollowerSegui

Ultimi articoli

Riforma dello sport e modifica statuti: ancora chiarimenti

0
Nello statuto di una a.s.d. che si occupa prevalentemente di danza sportiva manca il riferimento alla didattica, sebbene vi sia l'indicazione di attività di "formazione, corsi propedeutici e di educazione nelle arti performative". Alla luce del recente articolo dell'avv. Barbara Agostinis in tema di riforma dello sport e necessità di adeguare gli statuti delle a.s.d., si chiede se la citazione sopra virgolettata possa essere intesa come attività didattica o se invece sia consigliabile modificare lo statuto ed esplicitare "attività didattica". Grazie
Fiscosport.it