DOMANDA DI ATTRIBUZIONE DEL NUMERO DI CODICE FISCALE (persone non fisiche)

Avatar
Ragioniere Commercialista
Il modello può essere presentato dalle associazioni sportive dilettantistiche che svolgono solo attività istituzionale, direttamente dal legale rappresentante (anche a mezzo di persona appositamente delegata) all'Agenzia delle Entrate competente per domicilio fiscale nei seguenti casi: 1. DOMANDA DI ATTRIBUZIONE DEL NUMERO DI CODICE FISCALE da parte delle associazioni NON CONTRIBUENTI IVA non in possesso del numero di codice fiscale; 2. DOMANDA DI DUPLICATO DEL CERTIFICATO DI ATTRIBUZIONE, da parte delle associazioni, contribuenti IVA e non, che abbiano smarrito il certificato di attribuzione: in tal caso la domanda è soggetta all'imposta di bollo; 3. COMUNICAZIONE DI VARIAZIONE DATI da parte delle associazioni non contribuenti IVA che abbiano riscontrato un errore nei dati presenti sul certificato di attribuzione ovvero che intendano comunicare una o più variazioni dei dati stessi. Tale domanda deve essere presentata all'Agenzia delle Entrate anche da parte delle associazioni sportive dilettantistiche che abbiano CESSATO l'attività IVA per la quale era stato attribuito un numero di partita IVA avente valore anche di codice fiscale (cessando la partita Iva ed avendo cura di spuntare un'apposita casella rimane attivo il codice fiscale). Il modello (allegato) deve essere compilato con la massima cura, possibilmente a macchina o in stampatello, IN TUTTE LE SUE PARTI e deve essere firmato dal legale rappresentante dell'associazione sportiva dilettantistica.

Il modello può essere presentato dalle associazioni sportive dilettantistiche che svolgono solo attività istituzionale, direttamente dal legale rappresentante (anche a mezzo di persona appositamente delegata) all’Agenzia delle Entrate competente per domicilio fiscale nei seguenti casi:
1. DOMANDA DI ATTRIBUZIONE DEL NUMERO DI CODICE FISCALE da parte delle associazioni NON CONTRIBUENTI IVA non in possesso del numero di codice fiscale;
2. DOMANDA DI DUPLICATO DEL CERTIFICATO DI ATTRIBUZIONE, da parte delle associazioni, contribuenti IVA e non, che abbiano smarrito il certificato di attribuzione: in tal caso la domanda è soggetta all’imposta di bollo;
3. COMUNICAZIONE DI VARIAZIONE DATI da parte delle associazioni non contribuenti IVA che abbiano riscontrato un errore nei dati presenti sul certificato di attribuzione ovvero che intendano comunicare una o più variazioni dei dati stessi.

Tale domanda deve essere presentata all’Agenzia delle Entrate anche da parte delle associazioni sportive dilettantistiche che abbiano CESSATO l’attività IVA per la quale era stato attribuito un numero di partita IVA avente valore anche di codice fiscale (cessando la partita Iva ed avendo cura di spuntare un’apposita casella rimane attivo il codice fiscale).

Il modello (allegato) deve essere compilato con la massima cura, possibilmente a macchina o in stampatello, IN TUTTE LE SUE PARTI e deve essere firmato dal legale rappresentante dell’associazione sportiva dilettantistica.

Allegati