Home Le risposte ai quesiti Attestazione dei compensi sportivi ai fini del nuovo contributo a fondo perduto

Attestazione dei compensi sportivi ai fini del nuovo contributo a fondo perduto

Dottore Commercialista in Roma
0

Il quesito

In merito al nuovo contributo previsto a favore delle a.s.d./s.s.d. e pubblicato sul sito del Dipartimento dello Sport in data 1/8/2022 si chiede: 1) l'attestazione dei pagamenti dei compensi sportivi può essere resa da un Revisore regolarmente iscritto all'albo oppure deve essere sottoscritta esclusivamente da un commercialista? 2) i compensi sportivi devono essere pagati entro il 30/06/2022? Se un' a.s.d./s.s.d. effettua tali pagamenti ogni 6 mesi (quindi a luglio e dicembre) oppure annualmente è esclusa da questo contributo? Grazie per l'attenzione

Risposta di: Fabio ROMEI

Attestazione dei compensi sportivi ai fini del nuovo contributo a fondo perduto

Nell’attesa che il Dipartimento per lo Sport fornisca chiarimenti attraverso le FAQ pubblicate sul sito sportgoverno.it, da una stretta interpretazione del Decreto la dichiarazione che attesti il numero di tecnici sportivi dilettanti che abbiano ricevuto compensi dalla a.s.d./s.s.d. e l’ammontare degli stessi deve essere rilasciato esclusivamente da un dottore commercialista (al momento sembrano esclusi anche i consulenti del lavoro che pur hanno specifica competenza in materia)

In merito al secondo quesito l’art. 3 prevede che “Per poter beneficiare del contributo di cui alla presente lettera, i soggetti di cui all’Art. 2 comma 1) devono aver erogato indennità e/o compensi per prestazioni sportive dilettantistiche ad almeno 4 tecnici, che non siano tra loro parenti ed affini sino al terzo grado, per un ammontare complessivo minimo di 10.000 euro dal primo gennaio 2022 al 30 giugno 2022

Il termine utilizzato “erogatonon lascia dubbi sul fatto che l’associazione o società sportiva deve aver effettivamente corrisposto le somme su richiamate nel periodo 01/01/2022 – 30/06/2022

Sul contributo di cui si tratta in questa risposta si veda anche: Contributo a fondo perduto in favore dei gestori di impianti sportivi

Previous article Fatturazione elettronica e calcolo del limite dei 25mila euro
Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti, Consulente e revisore di federazioni sportive nazionali ed enti sportivi. Svolge attività di formazione per la Scuola dello Sport del CONI dal 1998. Docente nel corso di Management sportivo CONI Luiss e nel Master di primo livello in Diritto e Management dello Sport della Università Link Campus University; Vice presidente commissione società sportive ODCEC Roma e membro della Società Italiana di Management Sportivo. Dal 2019 è socio e componente del comitato di redazione della rivista on-line “Fiscosport”.
Fiscosport.it