Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

Articoli 5/2011 - QUINDICINALE del 10 marzo 2011
NEWSLETTER FISCOSPORT - Puoi consultare l'Edizione   5/2011 - QUINDICINALE del 10 marzo 2011 direttamente online.
Se non vuoi più ricevere la newsletter clicca qui clicca qui
Questa newsletter è riservata a :
  Anonymous
 
 Archiviato
S_fs-no-image
Indice Indice
 
Approfondimenti :: Approfondimenti
LA “SANATORIA” DEL MODELLO EAS - LA SCADENZA DEL 31 marzo 2011 PER LA PRESENTAZIONE  DEL PRIMO MODELLO EAS E PER LA COMUNICAZIONE DELLE VARIAZIONI DEI DATI - A cura del dott. Giuliano Sinibaldi, Consulente Regionale Fiscosport - Pesaro
 
 
(Ultima ora) :: Attualità
UN NUOVO INTERVENTO DEL CONI SUL REGISTRO DELLE SOCIETA’ ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE - A cura del dott. Giuliano Sinibaldi, Consulente Regionale Fiscosport - Pesaro
 
 
Giurisprudenza :: Sentenze Cass.2010
RESPONSABILITÀ CIVILE - ATTIVITÀ PERICOLOSA - Manutenzione insufficiente - Responsabilità del direttore di un autodromo - Corte di Cassazione, sez. 4^pen., 06.09.2010 n.32697
 
Rubrica a cura dall'avv. Katia Scarpa, Consulente Provinciale Fiscosport in Milano - RESPONSABILITÀ CIVILE – Rilascio del certificato di idoneità fisica sportiva - Responsabilità professionale del medico – Colpa – Sussiste - Corte di Cassazio
 
RESPONSABILITÀ CIVILE - ATTIVITÀ PERICOLOSA – Manutenzione insufficiente - Responsabilità del gestore di ippodromo - Corte di Cassazione, sez. 3^ civ., 30.01.2009 n. 2482
 
 
5 per mille :: cinque per mille
5 PER MILLE: disponibili sul sito dell'Agenzia delle Entrate gli elenchi dei riparti 2009 (periodo d'imposta 2008) - A cura della Segreteria Fiscosport
 
5 PER MILLE 2011: dal 15 marzo al 7 maggio 2011 le "sportive" possono iscriversi agli elenchi - A cura del rag. Pietro Canta, Consulente Regionale Fiscosport - Imperia
 
 
Le risposte ai quesiti :: L'archivio quesiti
QUESITO N. 558 del 05/03/2011 - utente fiscosport n.4071 - prov.di CATANZARO
 
QUESITO N. 556 del 18/02/2011 - utente fiscosport n.4427 - prov.di TREVISO
 
QUESITO N. 559 del 08/03/2011 - utente fiscosport n.10722 - prov. di ROMA
 
QUESITO N. 555 del 16/02/2011 - utente fiscosport n.9997 - prov.di RIMINI
 
QUESITO N. 557 del 27/02/2011 - utente fiscosport n.4296 - prov.di PESCARA
 
Sommario Sommario
3m_approfondimenti LA “SANATORIA” DEL MODELLO EAS - LA SCADENZA DEL 31 marzo 2011 PER LA PRESENTAZIONE  DEL PRIMO MODELLO EAS E PER LA COMUNICAZIONE DELLE VARIAZIONI DEI DATI - A cura del dott. Giuliano Sinibaldi, Consulente Regionale Fiscosport - Pesaro
Redazione Fiscosport
Sono validi i modelli “EAS” presentati prima del 29 dicembre 2010 anche se tardivamente rispetto alla scadenza originaria  del 31/12/2009 ovvero dei 60 gg. dalla data di costituzione dell’ente. E’ inoltre riaperto al 31/03/2011 il termine per la presentazione del modello “EAS” da parte di quegli enti che non hanno adempiuto a tale obbligo nei termini ordinari. Il c.d. Decreto “Milleproroghe” ha prorogato al 31/3/2011 il termine per la presentazione del “primo” mod. EAS da parte degli enti non commerciali ai fini della fruizione delle agevolazioni fiscali ex art. 148 T.U.I.R in materie di imposte dirette e art. 4, 4° comma d.p.r. 633/1972 in materia di IVA Si tratta, nella sostanza, della c.d. “decommercializzazione” dei corrispettivi specifici incassati da soci, associati, partecipanti e tesserati (le c.d. “quote di frequenza”) In particolare la proroga interessa tutti gli enti per i quali i 60 giorni dalla costituzione sono già scaduti al 31/3/2011. Si ricorda, inoltre, che entro il 31/3/2011 gli enti che hanno già presentato il mod. EAS devono comunicare le variazioni intervenute nel corso del 2010 nei dati precedentemente comunicati. Tale nuova comunicazione non è comunque richiesta, oltre che in particolari ipotesi espressamente previste, anche qualora le variazioni riguardino il “rappresentante legale” e i “dati relativi all’ente”, già comunicati all’Agenzia delle Entrate.
Btn_news_y
M_art-no-image UN NUOVO INTERVENTO DEL CONI SUL REGISTRO DELLE SOCIETA’ ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE - A cura del dott. Giuliano Sinibaldi, Consulente Regionale Fiscosport - Pesaro
Redazione Fiscosport
Con una comunicazione in data 03/03/2011, indirizzata ai Comitati Provinciali, il segretario generale Raffaele Pagnozzi torna ad occuparsi della annosa questione del Registro, con particolare riferimento alla problematica della ri-affiliazione o “prima affiliazione” delle società sportive che non hanno ottemperato all’iscrizione al Registro entro il termine del 31/12/2010 .
Btn_news_y
10m_giurisprudenza RESPONSABILITÀ CIVILE - ATTIVITÀ PERICOLOSA - Manutenzione insufficiente - Responsabilità del direttore di un autodromo - Corte di Cassazione, sez. 4^pen., 06.09.2010 n.32697
Katia SCARPA
Con la sentenza che si segnala la Corte di Cassazione si è espressa sul tema della responsabilità del direttore di un autodromo per la morte di un pilota uscito dalla pista ed andato a collidere contro un muretto di protezione del circuito.
Btn_news_y
10m_giurisprudenza Rubrica a cura dall'avv. Katia Scarpa, Consulente Provinciale Fiscosport in Milano - RESPONSABILITÀ CIVILE – Rilascio del certificato di idoneità fisica sportiva - Responsabilità professionale del medico – Colpa – Sussiste - Corte di Cassazio
Katia SCARPA
Con la sentenza n. 3353/2010 la Suprema Corte si è pronunciata sul tema della responsabilità civile del medico che abbia rilasciato incautamente il certificato di idoneità fisica per l’attività sportiva, nel corso della quale si sia verificato l’arresto cardiocircolatorio, con postumi invalidanti, ad un minorenne.
Btn_news_y
10m_giurisprudenza RESPONSABILITÀ CIVILE - ATTIVITÀ PERICOLOSA – Manutenzione insufficiente - Responsabilità del gestore di ippodromo - Corte di Cassazione, sez. 3^ civ., 30.01.2009 n. 2482
Katia SCARPA
Con la sentenza del 30.01.2009, n.2482, la Suprema Corte di Cassazione si è espressa sul tema della responsabilità civile di un gestore di ippodromo.
Btn_news_y
1m_5-per-mille 5 PER MILLE: disponibili sul sito dell'Agenzia delle Entrate gli elenchi dei riparti 2009 (periodo d'imposta 2008) - A cura della Segreteria Fiscosport
Redazione Fiscosport
L'Agenzia delle Entrate, lo scorso 28 febbraio, ha reso noto gli elenchi delle preferenze del 5 per mille per l'anno 2009 (redditi 2008), con indicazione delle scelte e i relativi importi. Sono stati pubblicati distinti elenchi per: onlus e volontariato (ammessi ed esclusi), ricerca scientifica (ammessi ed esclusi), ricerca sanitaria (ammessi), comuni di residenza (ammessi) e associazioni sportive dilettantistiche (ammesse ed escluse). L'Agenzia ricorda, altresì, la procedura per il pagamento dei fondi del 5 per mille, compreso il modello per comunicare le coordinate bancarie (che si allega); il modello non deve essere ripresentato da coloro che già in passato hanno comunicato il proprio IBAN (fatte salve variazioni intervenute successivamente). Qui di seguito i link agli elenchi (dal sito dell'Agenzia delle Entrate):
Btn_news_y
1m_5-per-mille 5 PER MILLE 2011: dal 15 marzo al 7 maggio 2011 le "sportive" possono iscriversi agli elenchi - A cura del rag. Pietro Canta, Consulente Regionale Fiscosport - Imperia
Redazione Fiscosport
Con l'allegata circolare n. 9/E dell'Agenzia delle Entrate del 3 marzo 2011 , vengono fissati i termini per l' iscrizione negli elenchi dei beneficiari del 5 per mille . Quest'anno è possibile effettuare l'scrizione on-line sui portali Entratel o Fisconline dal 15 marzo al 7 maggio 2011 (termine valido per le associazioni sportive, diverso per le altre tipologie), periodo reso possibile dalla conversione in legge del c.d. decreto milleproroghe - ora legge 10/2011 - che ha confermato la stessa procedura e la stessa tempistica (con un po' più di margine sulla data iniziale) dello scorso anno.
Btn_news_y
19m_le-risposte-ai-quesiti QUESITO N. 558 del 05/03/2011 - utente fiscosport n.4071 - prov.di CATANZARO
Luca CORVI
Devo operare la trasformazione di una Associazione Sportiva Dilettantistica a Società Sportiva Dilettantistica a resp.limitata, come devo procedere? C'è bisogno di una perizia da parte di un professionista? l'Asd non ha alcun bene di proprietà, e conferirebbe nella nuova entità il titolo sportivo e il parco atlete (contratti per la stagione sportiva in corso). La trasformazione si rende necessaria per il passaggio alla categoria superiore che richiede obbligatoriamente questa forma giuridica. Risposta a cura del dott. Luca Corvi, Consulente Regionale Fiscosport Lombardia - Figliaro (CO)
Btn_news_y
19m_le-risposte-ai-quesiti QUESITO N. 556 del 18/02/2011 - utente fiscosport n.4427 - prov.di TREVISO
Gianpaolo CONCARI
Buongiorno, sono un rappresentante di una società sportiva dilettantistica e vorrei sapere, per non incorrere ad errori, come devo registrare alcuni versamenti effettuati da persone fisiche - anche soci - a sostegno dell'attività sportiva. Il versamento dei soci è successivo alla quota annuale. Sono a conoscenza che le persone fisiche possono detrarre in fase di dichiarazione dei redditi un importo non superiore a 1.500,00 euro mentre gli adempimenti - registrazioni contabili, tassazione ed altro - per la società non li conosco. Risposta a cura del Dott. Gianpaolo Concari, Collaboratore della Redazione Fiscosport - Soragna (PR)
Btn_news_y
19m_le-risposte-ai-quesiti QUESITO N. 559 del 08/03/2011 - utente fiscosport n.10722 - prov. di ROMA
Marco D'ISANTO
L'addizionale regionale come deve essere calcolata? E' in misura fissa dello 0,9% e va pagata alla regione dove ho l'attività? Oppure se il mio istruttore è residente in un'altra regione devo vedere l'aliquota di quella regione e pagare quella regione? Con un esempio: Se ho la mia attività a Roma ed ho un istruttore che risiede in Campania, che aliquota devo prendere in considerazione? E a quale regione devo versarla? Risposta a cura del dott. Marco D'Isanto, Collaboratore della Redazione Fiscosport - Napoli
Btn_news_y
19m_le-risposte-ai-quesiti QUESITO N. 555 del 16/02/2011 - utente fiscosport n.9997 - prov.di RIMINI
Barbara AGOSTINIS
Siamo una associazione sportiva dilettantistica in 398 che non svolge alcuna attività commerciale, a parte ricevere un contributo per pubblicità da parte di una azienda locale regolarmente fatturata. Per gli acquisti che effettuiamo (materiale vario) molto spesso ci rivolgiamo a privati. Come possiamo documentare l'uscita di tali spese? Come possiamo documentare l'uscita di rimborsi spese corrisposti ad alcuni associati che si occupano della manutenzione dei nostri mezzi? Risposta a cura del Dott. Gianpaolo Concari, Collaboratore della Redazione Fiscosport - Soragna (PR)
Btn_news_y
19m_le-risposte-ai-quesiti QUESITO N. 557 del 27/02/2011 - utente fiscosport n.4296 - prov.di PESCARA
FUMAROLA Gianfranco
Una a.s.d. in regime 398/91 il 30/09/2010 ha superato il plafond di 250.000 euro; pertanto, a partire dal mese di ottobre dovrà calcolare l'Iva del 4° trimestre 2010 non più con il metodo forfettario, bensì con il metodo normale. Si chiede di conoscere il termine di scadenza del pagamento Iva relativa al suddetto 4° trim.2010 e quale codice tributo indicare sul mod. F24 (6034 oppure 6099). Risposta a cura del Dott.  Gianfranco Fumarola , Collaboratore della Redazione Fiscosport - Martina Franca (TA)
Btn_news_y

Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.

a
A

Fiscosport informa:

ABBONAMENTO 2020

 

Basta poco per garantirsi un anno di aggiornamenti fiscosportivi!!! 

 

E le tariffe 2020 sono rimaste invariate!

 

Info su costi e modalità alla pagina Abbonamenti

.

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.