Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

Newsletter edizione : 16/2012
16/2012 - QUINDICINALE del 4 ottobre 2012

3m_approfondimenti
In un panorama estremamente complesso come quello dei rapporti di lavoro nel mondo dello sport dilettantistico, il regime dei minimi potrebbe essere una valida soluzione; ma le nuove disposizioni introdotte dalla c.d. "Riforma Fornero" ci costringono a prestare la massima attenzione e a muoversi con la massima prudenza. * Stefano Andreani, Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Firenze

Continua ...

 

3m_approfondimenti
Accade sovente, nelle associazioni sportive dilettantistiche, che il consiglio direttivo esamini la possibilità di erogare borse di studio a favore di soggetti meritevoli dal punto di vista sportivo e/o sxolastico, che però abbiano difficoltà nel sostenimento delle spese per la prosecuzione dell'attività scolastica. Offrire un supporto economico per gli studi, rappresenta quindi una modalità di aiuto dell’atleta, affinché possa proseguire, accanto al suo percorso in campo sportivo, il suo percorso di preparazione in campo scolastico. Si pone però il problema di verificare se l’associazione sportiva dilettantistica possa essere uno dei soggetti preposti all’erogazione di borse di studio e di inquadrare fiscalmente il trattamento delle somme erogate. * Patrizia Sideri, Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Siena  

Continua ...

 

13m_la-modulistica
In questi giorni le associazioni e gli altri enti del settore non profit stanno ricevendo il questionario relativo al censimento sulle “istituzioni non profit”. Scopo del presente intervento è offrire un primo contributo sulle modalità di compilazione; nelle prossime newsletter saranno svolti specifici approfondimenti in relazione alle diverse sezioni, in particolare alle “risorse umane” e alle “risorse economiche”. * Patrizia Sideri, Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Siena

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Buongiorno, sono il tesoriere di un'ASD - sci. Ai fini della comunicazione art. 21 chiedo se devo comunicare la fattura ricevuta dai maestri di sci (di importo superiore ai 3.000 euro) nell'anno 2011. Il dubbio mi viene in quanto la fattura ricevuta rientra nell'attività istituzionale dell'associazione ed i corrispettivi specifici ricevuti per la partecipazione al corso sono considerati non commerciali ai sensi del secondo periodo dell'art.143 1° comma.In sostanza tutte le fatture superiori ai 3.000 euro vanno comunicate o solo quelle relative alle attività considerate commerciali? Risposta a cura di Marco D'Isanto *, Collaboratore della Redazione di Fiscosport

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Relativamente all'organo dei revisori, la nostra associazione é venuta meno di un sindaco a causa di un decesso. Bisogna sicuramente verbalizzare l'accaduto, ma la sostituzione del sindaco, deve essere immediata? Oppure si può continuare con due sindaci attualmente in carica? Risposta a cura di Barbara Agostinis *, Collaboratrice della Redazione di Fiscosport

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Buongiorno, sono il segretario di una piccola A.S.D.Nell'ultima settimana abbiamo ricevuto le dimissioni del Vice presidente e di due consiglieri dal consiglio direttivo, composto inizialmente da 11 consiglieri eletti in assemblea ordinaria dai soci. Leggendo il nostro statuto ci è sorto il dubbio dell'iter da seguire per sostituire i tre consiglieri mancanti, considerato che oltre agli 11 eletti non vi sono altri soci che hanno ricevuto voti.Avendo ad oggi ancora la maggioranza possiamo sostituire i tre mancanti attingendo dai nuovi soci iscritti nell'ultimo anno a libro soci? Inoltre possono essere sostituiti con la prima assemblea utile, in questo caso quella di approvazione del bilancio? Oppure dobbiamo continuare con i rimanenti consiglieri fino a fine mandato in scadenza nel 2013?Riporto testo dell'articolo del nostro statuto relativo alle dimissioni dei soci: "Nel caso che per qualsiasi ragione, durante il corso dell'esecizio venissero a mancare uno o più consiglieri che non superino la metà del consiglio,i rimanenti provederranno alla convocazione dell'assemblea dei soci per surrogare i mancanti che resteranno in carica fino alla scadenza dei consiglieri sostituiti. Il consiglio direttivo dovrà considerarsi decaduto e non più in carica qualora per dimissioni o per qualsiasi altra causa venga a perdere la maggioranza dei suoi componenti, compreso il presidente. Al verificarsi di tale evento dovrà essere convocata immediatamete e senza ritardo l'assemblea ordinaria per la nomina del nuovo consiglio direttivo". Risposta a cura di Barbara Agostinis *, Collaboratrice della Redazione di Fiscosport

Continua ...

 

 

18m_le-pillole-di-fiscosport
Tra le varie novità introdotte dal d.lgs. 6 agosto 2012 n. 147, pubblicato in G.U. il 30 agosto 2012 - Disposizioni integrative e correttive del decreto legisativo 26/3/2010 n. 59, recante attuazione della direttiva 2006/123/CE, relativa ai servizi nel mercato interno , si evidenzia l'abrogazione dei requisiti professionali per la vendita e somministrazione dei prodotti alimentari per tutti i casi in cui la vendita sia effettuata con modalità o spazi nei quali l'accesso non è consentito liberamente, come ha avuto modo di chiarire anche la circolare ministeriale n. 3656/C del 12 settembre 2012. * Biancamaria Stivanello, Avvocato in Padova

Continua ...

 



a
A

Fiscosport informa:

ABBONAMENTO 2020

 

Basta poco per garantirsi un anno di aggiornamenti fiscosportivi!!! 

 

E le tariffe 2020 sono rimaste invariate!

 

Info su costi e modalità alla pagina Abbonamenti

.

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.