Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

19l_le-risposte-ai-quesiti

Una a.s.d., affidataria di un impianto di tennis comunale, è regolarmente affiliata FIT ed è in regime L. 398/1991. Lo statuto, modificato nel 2010 non prevede divieti di trasformazione. C'è in progetto un investimento legato alla copertura di un campo da tennis, che i componenti del consiglio direttivo subordinano alla preventiva trasformazione in s.s.d. Dato che esiste la possibilità che gli associati diano il benestare alla trasformazione ma non siano interessati a diventare soci sorgono i seguenti quesiti: 1) Con i quorum previsti per assemblea straordinaria dello statuto è ammissibile la trasformazione in s.s.d. a ristretta base sociale (limitata ad alcuni membri del Consiglio Direttivo)? 2) Nel caso di cui al punto 1 scomparirebbero gran parte delle quote associative annuali, al posto di queste sarebbero ammissibili e decommercializzati incassi di "quote di frequenza" annuali corrisposti dagli ex associati (tutti tesserati FIT)?

 

Al momento della trasformazione i soci della a.s.d. diventano soci della s.s.d., a meno che non rinuncino espressamente a tale loro qualifica, o in sede di atto di trasformazione o (e ci pare la strada più semplice) presentando prima dell'atto le loro dimissioni da socio, e a quel punto non partecipando nemmeno a tale atto.

In assenza di tale rinuncia o dimissioni, il passaggio da socio della a.s.d. a socio della s.s.d. ci pare automatico e inevitabile. E se dopo le dimissioni e/o le rinunce rimanesse un solo socio, non vediamo in linea di principio alcun divieto a che la s.s.d. risulti essere unipersonale, anche se in sede di verifica non possiamo escludere che venga sollevata la contestazione del mancato rispetto del requisito di democraticità.

Per approfondimenti sul tema della trasformazione si vedano anche: G. Sinibaldi, Trasformazione di una a.s.d. in s.s.d. a r.l., in Newsletter n. 10/2017, e F. Romei, Trasformazione da a.s.d. in s.r.l. sportiva, in Newsletter n. 7/2016, ove numerosi altri rinvii.

La risposta alla seconda domanda è invece certamente positiva.


L'articolo è stato ispirato da...

utente Fiscosport n° 21174 - prov. di Grosseto (GR) 15 Nov 2019 
TRASFORMAZIONE DA ASD A SSD ANCHE UNIPERSONALE?

Buonasera la nostra ASD è affidataria di un impianto di tennis comunale, è regolarmente affiliata FIT ed è in regime L. 398/1991. Il nostro statuto, modificato nel 2010 non prevede divieti di trasformazione . C'è in progetto un investimento legato alla copertura di un campo da tennis, che i componenti del consiglio direttivo subordinano alla preventiva trasformazione in SSD. Dato che esiste la possibilità che gli associati diano il benestare alla trasformazione ma non siano interessati diventare soci sorgono i seguenti quesiti: 1) Con i quorum previsti per assemblea straordinaria dello statuto è ammissibile la trasformazione in ssd a ristretta base sociale (LIMITATA AD ALCUNI MEMBRI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO) o al limite anche unipersonale ? 2) Nel caso di cui al punto 1 scomparirebbero gran parte delle quote associative annuali, al posto di queste sarebbero ammissibili e decommercializzati incassi di "quote di frequenza" annuali corrisposti dagli ex associati (tutti tesserati FIT)? Grazie Cordiali saluti


 


a
A

Articoli Simili








Articoli in Evidenza

No data to display

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.