Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

19l_le-risposte-ai-quesiti

Si chiedono delucidazioni in merito all’adempimento corrispettivi telematici, riguardante l'emissione di documento commerciale a sostituzione di scontrini fiscali e ricevute. In particolare, un'a.s.d., con solo codice fiscale, che incassa quote associative e quote per corsi specifici dai suoi associati/tesserati (rif.statutari art 148 TUIR), dal 2020 sarà soggetta all’obbligo di invio dei corrispettivi telematicamente? Oppure può continuare a rilasciare le ricevute cartacee per le tipologia di incassi citata?

 
Trattasi di sodalizio titolare di solo codice fiscale in quanto gli incassi  riguardano esclusivamente somme di denaro attraverso cui il soggetto pagatore assume lo status di associato e/o quote per corsi a favore di propri associati/tesserati, vale a dire i c.d. corrispettivi specifici, che, nel rispetto di determinati requisiti formali e sostanziali, possono considerarsi decommercializzati.
 
Premesso che sul punto si rinvia, per una trattazione completa del tema in esame, a Registratore di cassa telematico: è obbligatorio per le a.s.d.? - Risposta al Quesito dell’Utente n. 10222, in Newsletter n. 17/2019, qui ricordiamo che il 1° gennaio 2020 è la data da cui, in via generalizzata scatterà l’obbligo di memorizzare elettronicamente i dati dei corrispettivi giornalieri incassati (inizialmente l’obbligo era previsto dal 1° luglio 2019 per i soli soggetti con volume d’affari 2018 superiore ad € 400.000).
 
Tuttavia l’associazione di cui al quesito, in quanto non soggetto passivo d’imposta e non rientrante dunque nelle previsioni di cui all’art 22 del d.p.r. 633/72, potrà, per le predette somme, continuare a emettere una semplice ricevuta (non fiscale) in formato cartaceo.
 
Si ricorda altresì (e si v. ancora l'articolo sopra citato) che in fase di prima applicazione (1.7.2019) l’onere di dotarsi di un registratore di cassa telematico non ha riguardato neppure quegli enti non obbligati alla certificazione dei corrispettivi, ossia coloro che si avvalgono del regime di favore ex L. 398/91. Si tratta tuttavia di esonero temporaneo per cui si auspica una pronta conferma anche per il nuovo anno: non appena interverranno novità Fiscosport provvederà come sempre a informare tempestivamente i lettori.

L'articolo è stato ispirato da...

utente Fiscosport n° 21369 - prov. di Como (CO) 26 Nov 2019 
Asd con solo codice fiscale e corrispettivi telematici da 01/01/2020

Buongiorno. Richiedo gentilmente delucidazioni in merito all’adempimento corrispettivi telematici, riguardante emissione di documento commerciale a sostituzione di scontrini fiscali e ricevute. In particolare, per quanto riguarda un'a.s.d., con solo codice fiscale, che incassa quote associative e quote per corsi specifici dai suoi associati/tesserati (rif.statutari art 148 tuir), dal 2020 l'asd sarà soggetta all’obbligo di invio dei corrispettivi telematicamente? Oppure può continuare a rilasciare le ricevute cartacee per le tipologia di incassi citata? Ringraziando, resto in attesa di riscontro. Cordiali saluti.


 


a
A

Articoli Simili








Articoli in Evidenza

No data to display

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.