Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

TOPMENUTOPMENU

16m_le-dichiarazioni
Ai sensi dell'art. 90 legge 289/02, le cosiddette "srl sportive" hanno l'opportunità di usufruire delle agevolazioni fiscali proprie del settore sportivo a condizione che indichino, nella denominazione sociale, la finalità sportiva e la ragione sociale dilettantistica e che siano costituite nella forma di "società sportive di capitali senza scopo di lucro" (tale facoltà è stata poi estesa alle società cooperative dal D.L. 22/3/2004 n. 72, conv. L. 128/2004). Qualora le stesse optino per l'applicazione dell'IRES secondo le disposizioni di cui all'articolo 2 della legge 16 dicembre 1991 n. 398 (nel limite di 250 mila euro), in deroga alle disposizioni del TUIR, il reddito è determinato applicando all'ammontare dei proventi conseguiti, che concorrono alla formazione del reddito d'impresa, il coefficiente di redditività del 3%, a cui vanno aggiunte le plusvalenze patrimoniali (a tassazione IRES piena - ndr). Vediamo ora di analizzare le particolarità della compilazione del modello UNICO SC 2009 - righi RF70 (col. 1 e 2), RF 71, RF 72 e RF 73 (col. 1 e 2) ed il caso in cui nel periodo d'imposta sia stato superato il limite di 250 mila euro:

Continua ...

 

16m_le-dichiarazioni
Riportiamo, in allegato, il modello 770/2009 semplificato e le relative istruzioni per la compilazione (contententi le modifiche apportate con Provvedimento del 27/03/2009). Il termine di presentazione, originariamente stabilito al 31/03/2009 dal D.L. n. 223/2006, è stato successivamente prorogato alla data del 31 luglio 2009 .

Continua ...

 

16m_le-dichiarazioni
La Legge n.244   del 24 dicembre 2007, meglio conosciuta come Finanziaria 2008,   ha introdotto, a partire dal periodo di imposta 2008 , un significativo restyling della disciplina Irap (Dlgs n. 446 del 15 dicembre 1997) e conseguentemente, della relativa dichiarazione. Nel maggio 2008 Fiscosport ha pubblicato, con la newsletter 10/2008 , uno specifico approfondimento, sempre curato dal sottoscritto, dal titolo “IRAP: dal cuneo fiscale alla finanziaria 2008” . Un documento in cui sono state analiticamente commentate le disposizioni per la determinazione della base imponibile Irap per associazioni e società sportive dilettantistiche, in caso di entrate esclusivamente istituzionali, in presenza di ricavi commerciali, per un reddito determinato in maniera forfetaria piuttosto che in modo ordinario. Un documento, questo, ancora assolutamente attuale nei contenuti giuridici, ma che subisce le seguenti modifiche dettate dalla L. 244/2007.

Continua ...

 

16m_le-dichiarazioni
Le associazioni sportive dilettantistiche che, oltre al codice fiscale, hanno acquisito il numero di partita Iva per esercitare un’attività commerciale connessa agli scopi istituzionali, sono tenute alla presentazione della dichiarazione dei redditi (modello UNICO/ENC – Enti non commerciali), anche se hanno optato per il regime di cui alla legge 16 dicembre 1991, n. 398. Tale regime forfetario, infatti, seppur cosiddetto “super semplificato” (che esonera, tra l’altro, dalla dichiarazione Iva) è comunque considerato un regime contabile che obbliga alla presentazione della dichiarazione dei redditi (indipendentemente dall’emissione o meno di fatture imponibili).

Continua ...

 

16m_le-dichiarazioni
Come ormai di consueto, da alcuni anni a questa parte, il 16 giugno rappresenta la prima scadenza dei tributi scaturenti dal modello UNICO e degli acconti d'imposta, sia per le persone fisiche e le società di persone, sia per le società di capitali e gli enti non commerciali che hanno l'esercizio sociale corrispondente con l'anno solare. Nel maggior termine del 16 luglio (30 giorni dalla scadenza originaria) è altresì possibile effettuare il versamento delle imposte risultanti dal modello UNICO e degli acconti d'imposta con la maggiorazione dello 0,40%.

Continua ...

 

16m_le-dichiarazioni
Il combinato disposto degli artt. 7, comma 1, lettera i, del D. L.vo 30/12/1992 n. 504 e art. 7, comma 2-bis, del D.L. 30/9/05 n. 203 (conv. con modif. dalla Legge 2/12/2005 n. 248), già citati nell’articolo della dott.ssa Sideri sulla presente newsletter, porta alla seguente individuazione degli immobili, posseduti e utilizzati dagli enti non commerciali, che hanno diritto all’esenzione ICI: si tratta di quelli “ destinati esclusivamente allo svolgimento di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive ” , a condizione che tali attività non abbiano esclusivamente natura commerciale . In proposito è intervenuta a inizio anno la Circolare 26/1/09 n. 2/DF, che su due punti in particolare non appare del tutto convincente. A) Il rigore dell’ “esclusività” B) La “commercialità” dell’attività svolta

Continua ...

 

16m_le-dichiarazioni
Martedì prossimo - 16 giugno 2009 - scade il termine per il pagamento dell'acconto ICI. Riportiamo di seguito le linee-guida essenziali per l'assolvimento del tributo. Valore imponibile per i fabbricati iscritti in catasto. Determinazione dell’imposta dovuta. Esenzioni. Si ricorda che - ai sensi dell'art. 7, comma 1, lett. i), del D. Lgs. 504/1992 - sono considerati esenti gli immobili posseduti ed utilizzati dalle associazioni sportive dilettantistiche, destinati esclusivamente allo svolgimento di attività sportive. Per l'approfondimento dei requisiti necessari per fruire dell'esenzione, si rinvia agli appositi articoli pubblicati di seguito.

Continua ...

 

16m_le-dichiarazioni
La Circolare Ministeriale 2/DF 26/01/2009 offre alcune conferme ed alcuni spunti di riflessione in merito all’applicazione dell’esenzione ICI nei confronti delle associazioni sportive dilettantistiche. La Circolare affronta le seguenti problematiche: 1) quando le attività siano svolte in maniera “non esclusivamente commerciale”; 2) quando gli immobili possano considerarsi esenti ICI. Panorama normativo Ai sensi dell’art. 7, comma 1, lett. i, del D. Lgs. 504/1992, istitutivo dell’ICI, sono esenti “ gli immobili utilizzati dai soggetti di cui all’art. 87, comma 1, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi, …destinati esclusivamente allo svolgimento di attività … sportive ”. Inoltre, in base al disposto della L. 248/2006, “ l’esenzione … si intende applicabile alle attività … che non abbiano esclusivamente natura commerciale ”. Infine, l’art. 59, comma 1, lett. c) del D. Lgs. 446/1997 statuisce che l’agevolazione si applica “ soltanto ai fabbricati ed a condizione che gli stessi, oltre che utilizzati, siano anche posseduti dall’ente non commerciale utilizzatore ”. Requisiti Attività sportiva Due spunti di riflessione

Continua ...

 

16m_le-dichiarazioni
Pubblichiamo le interessanti slides del Prof. Marco Fava sulla compilazione del modello UNICO 2009 per le associazioni sportive dilettantistiche che hanno optato per il regime forfetario di cui alla legge n. 398 del 16 dicembre 1991.   ERRATA CORRIGE : file del 27 maggio 2009 che sostituisce quello precedente:

Continua ...

 

16m_le-dichiarazioni
Pubblichiamo le interessanti slides del Prof. Marco Fava sulla compilazione del modello UNICO 2009 per le società (srl o cooperative) sportive dilettantistiche che hanno optato per il regime forfetario di cui alla legge n. 398 del 16 dicembre 1991.

Continua ...

 

13m_la-modulistica
Il prospetto consente di adempiere alla certificazione obbligatoria dei compensi corrisposti nell'anno solare precedente agli sportivi dilettanti e per prestazioni amministrativo-gestionali (non occasionali), di cui all'art. 67, comma 1, lettera m) del D.P.R. 917/86 (la disciplina trae origine dall'articolo 25 della legge n. 133/99, così come modificato dalla legge n. 342/2000 e dall'articolo 90, comma 3, della legge n. 289/2002).  La prossima scadenza del 28 febbraio 2009 per tale adempimento è alle porte , per cui è opportuno che il Dirigente o il Consulente della società/associazione sportiva dilettantistica inizi a predisporre la documentazione necessaria.

Continua ...

 

13m_la-modulistica
Riportiamo, in allegato, il modello UNICO Enti Non Commerciali 2008 e le relative istruzioni per la compilazione (contenenti le modifiche apportate con Provvedimento del 04/03/2008). Il termine di presentazione è previsto, per le associazioni con esercizio coincidente con l'anno solare, per il 31/07/2008 (in proroga al 30/09/2008 - ndr) .

Continua ...

 

13m_la-modulistica
Riportiamo, in allegato, il modello 770 semplificato e le relative istruzioni per la compilazione (contententi le modifiche apportate con Provvedimento del 14/02/2008). Il termine di presentazione, originariamente stabilito al 31/03/2008, successivamente previsto per il 30/04/2008 (con un comunicato stampa del 14/1/2008), viene ora fissato nella data del 31 maggio 2008 (in realtà il 3 GIUGNO 2008 , per effetto delle festività) a seguito dell'approvazione definitiva del decreto "Milleproroghe" (D.L. n. 248/2007).

Continua ...

 

13m_la-modulistica
L'Agenzia delle Entrate ha approvato, con le relative istruzioni, il modello di domanda con cui le associazioni senza fini di lucro, che operano per la realizzazione o che partecipano a manifestazioni di particolare interesse storico, artistico e culturale, legate agli usi e alle tradizioni delle comunità locali, chiedono di essere inserite tra i soggetti beneficiari delle disposizioni recate dall'art. 1, comma 185, della legge n° 296 del 2006 . La domanda potrà essere trasmessa, a decorrere dalle ore 10.00 del giorno successivo a quello di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del provvedimento di approvazione del 14/12/2007, esclusivamente con modalità telematica, utilizzando il relativo prodotto informatico. In allegato: il provvedimento del 14/12/2007, il modello di domanda e le relative istruzioni:

Continua ...

 

13m_la-modulistica
a cura della Dott.ssa Valentina Di Renzo, Consulente Provinciale Fiscosport Venezia Come riportato nella newsletter n. 6/2007 dell’8 febbraio 2007, il Decreto Bersani (D.L. 4.7.2006 n. 223) ha introdotto delle novità in materia di attribuzione del numero di partita iva (art. 37, commi 18, 19 e 20) ed ha aggiunto difatti una serie di disposizioni al corpo dell'art. 35 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 rubricato "disposizione regolamentare concernente le dichiarazioni di inizio, variazione e cessazione attività”. Quindi, l’associazione sportiva dilettantistica che vuole intraprendere un’attività di natura commerciale deve richiedere il numero di Partita IVA all'Agenzia delle Entrate, compilando il nuovo modello AA7/8. Si ricorda che

Continua ...

 

 

13m_la-modulistica
La Segreteria Fiscosport ha predisposto una bozza della ricevuta delle spese sostenute per l’iscrizione annuale e l’abbonamento ad associazioni e strutture sportive, da parte dei ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni, che l'art. 1, comma 319 della legge Finanziaria 2007 ha reso detraibili, nel limite di 210 euro annui, dall'Irpef, in attesa dei necessari chiarimenti da parte dell'Agenzia delle Entrate e del previsto provvedimento del Presidente del Consiglio dei ministri di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, e le attività sportive. Si rinvia, per un approfondimento, all'articolo del Dott. Nicola Forte, riportato nella newsletter n. 1/2007 del 4 gennaio 2007.

Continua ...

 

13m_la-modulistica
Il Dott. Giuliano Sinibaldi ha elaborato un nuovo modello ora disponibile nella modulistica del sito www.fiscosport.it e in allegato alla presente news: IL CONTRATTO DI PRESTAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA per gli atleti che operano nell'esercizio diretto di attività sportiva dilettantistica.

Continua ...

 

13m_la-modulistica
Il Dott. Giuliano Sinibaldi, autore dell'articolo su "TOMBOLE E LOTTERIE - TRATTAMENTO FISCALE E ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI", ha predisposto una modulistica a corredo da utilizzarsi per gli adempimenti connessi (allegati file in formato doc - Microsoft Word): - REGOLAMENTO PER LE TOMBOLE (art. 14, comma 2 lett. a) del D.P.R. 26.10.2001, n. 430); - COMUNICAZIONE DI EFFETTUAZIONE DI TOMBOLA PUBBLICA; - COMUNICAZIONE DI EFFETTUAZIONE DI LOTTERIA PUBBLICA; - PROCESSO VERBALE DI ESTRAZIONE LOTTERIA.

Continua ...

 

13m_la-modulistica
Grazie alla consulenza dell'Avv. Katia Scarpa, Consulente Provinciale Fiscosport Milano e alla collaborazione del Dott. Marcello Brienza, Collaboratore del progetto Fiscosport per la Basilicata, Fiscosport si arricchisce di un documento: lo schema di contratto di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo-gestionale .

Continua ...

 


« Previous1 2 3 4 5 Next » (61-80/95)


a
A

Fiscosport informa:

ABBONAMENTO 2020

 

Basta poco per garantirsi un anno di aggiornamenti fiscosportivi!!! 

 

E le tariffe 2020 sono rimaste invariate!

 

Info su costi e modalità alla pagina Abbonamenti

.

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.