Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

M_art-no-image
PROROGATA LA SCADENZA PER LA REGISTRAZIONE ON-LINE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE ASSOGGETTATI A IVA PRIMA DEL 4 LUGLIO 2006 E' in corso di emanazione il provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate per il differimento dal 30 novembre a lunedì 18 dicembre del termine di registrazione telematica dei contratti di locazione dei fabbricati, già assoggettati a Iva, in corso alla data del 4 luglio 2006. Scopo del provvedimento - dati i tempi ristretti - è facilitare l'adempimento da parte dei contribuenti entro il termine utile. Il testo integrale del provvedimento sarà quanto prima disponibile sul sito Internet dell'Amministrazione fiscale - www.agenziaentrate.gov.it - nella sezione Norme e Circolari. Fiscosport segnala la pubblicazione - nella newsletter n. 40/2006 (ved. sez. news tra le rubriche) e nello scadenziario (novembre 2006) dell'approfondimento sul tema a cura del Rag. Vincenzo D'Andò, Consulente Provinciale Fiscosport Palermo.

Continua ...

 

11m_guide-e-vademecum
Le società ed associazioni sportive dilettantistiche organizzano spesso, soprattutto in prossimità delle feste natalizie, cene o momenti conviviali all’interno dei quali vengono organizzate tombole, lotterie o altre iniziative a premio al duplice scopo di creare momenti di socializzazione e di reperire risorse finanziarie. A volte tali iniziative sono aperte esclusivamente agli associati ed ai loro familiari, altre volte si tratta di iniziative aperte al pubblico; soprattutto in questo secondo caso occorre fare attenzione al regime tributario ed agli adempimenti amministrativi necessari per ottenere le autorizzazioni richieste dalla legge. Obiettivo del presente articolo è quello di evidenziare, in maniera il più possibile schematica ed operativa, gli adempimenti che devono essere osservati onde evitare di incorrere in potenziali sanzioni. MANIFESTAZIONI DI SORTE APERTE AL PUBBLICO 1 – PREMESSA: A decorrere dal 12 aprile 2002 è entrato in vigore il nuovo regolamento concernente la revisione organica della disciplina dei concorsi e delle operazioni a premio, nonché delle manifestazioni di sorte locali, approvato con il D. P. R. n. 430 del 26 ottobre 2001. Sono definite manifestazioni di sorte locali :

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Sono un dirigente di un'associazione sportiva delegato alla direzione di Centro di Avviamento allo Sport. Con la nuova finanziaria, dal 2007 saremmo tenuti a rilasciare ai frequentanti del CAS la ricevuta per le quote di frequenza, per essere utilizzata come detrazione fiscale fino ad un massimo di € 210. Sarei grato se Fiscosport chiarisse le modalità del rilascio della stessa ed eventualmente ne predisponesse un fac-simile. Ringrazio e saluto cordialmente. risposta a cura del rag. Pietro Canta, Consulente Nazionale Fiscosport - Imperia

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Chiedo chiarimenti riguardo a questo caso: la nostra associazione sportiva dilettantistica paga i compensi ai giocatori il 20/12/2006 con relativa quietanza; diversi atleti riscuotono l'assegno nel mese di Gennaio 2007. Per quanto riguarda l'importo massimo esente da ritenuta (7500 euro), in quale anno deve essere inserito? Dal momento che il percipiente dichiara di non superare il massimale per l'anno 2006 è giusta l'interpretazione di non tener conto del giorno in cui l'assegno viene incassato? risposta a cura del rag. Pietro Canta, Consulente Nazionale Fiscosport - Imperia

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Sono il Presidente di una associazione sportiva dilettantistica senza partita iva. Volevo sapere se a fronte di note di rimborso spese emesse ad altre associazioni sportive dilettantistiche, siamo ancora obbligati ad applicare la marca da bollo da € 1,81, oltre i 77,47 euro. Vorrei inoltre sapere se siamo esenti o meno dall'imposta di bollo sugli estratti conti bancari. Ringrazio per l'attenzione. Distinti saluti. risposta a cura della Dott.ssa Valentina Di Renzo, Consulente Provinciale Fiscosport Venezia

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Se l'opzione per la legge n. 398 del 1991 è stata effettuata con il modello variazione dati in sede di apertura di partita Iva e non compilando ed allegando il quadro VO al modello Unico come è possibile sanare l'omissione? risposta del Dott. Nicola Cecconato, Consulente Regionale Fiscosport Veneto

Continua ...

 

M_art-no-image
Il 30.11.2006 scadrà il termine per pagare il secondo acconto delle imposte IRES e IRAP per periodo d’imposta 2006 (in particolare, per i soggetti aventi l’esercizio sociale che coincide con l’anno solare, poiché per gli altri soggetti, invece, scade nell’11° mese del periodo d’imposta). Particolare attenzione dovranno osservare le società di capitali (S.r.l. sportive) e gli enti non commerciali, infatti, tali soggetti dovranno rideterminare, ai fini IRES-IRAP la base storica di calcolo degli acconti (cioé le imposte dovute per il 2005) giacché il Decreto Bersani (1) ha disposto che l'imposta del periodo precedente, da prendere a base per il calcolo delle percentuali di acconto, sia quella che si sarebbe determinata applicando al 2005 già le nuove disposizioni introdotte dal citato Decreto n. 223/2006. In sostanza, la nuova normativa obbliga i soggetti a I.R.E.S. (tra cui rientrano le associazioni sportive e le S.r.l. sportive, ecc.) a rideterminare l'acconto di novembre 2006 per effetto delle seguenti novità normative:

Continua ...

 

M_art-no-image
Segnaliamo con la presente news la pubblicazione da parte dell'Agenzia delle Entrate della circolare n. 34 del 21 novembre 2006 in tema di ricalcolo degli acconti d'imposta (IRES-IRAP) per effetto delle recenti disposizioni (D.L. 223/2006 e D.L. 262/2006). La redazione Fiscosport avrà cura di segnalare, di volta in volta, gli argomenti un pò più tecnici in modo che il dirigente dell'associazione "meno" interessato possa soprassedere su tali news e continuare nella lettura delle novità più consone alla struttura della propria associazione (avremo cura, nel prossimo futuro, di segnalare gli argomenti per categoria). Gli interessati (ragionieri e dottori commercialisti o dirigenti "addetti ai lavori" delle società sportive dilettantistiche) possono prendere visione del commento alla circolare da parte del Rag. Vincenzo D'Andò, Consulente Provinciale Fiscosport Palermo e scaricare la circolare citata (n. 34/2006) in formato pdf

Continua ...

 

M_art-no-image
Il commento alla recente risoluzione n. 123/E del 7 novembre 2006, oggetto dell'approfondimento della scorsa settimana a cura della Dott.ssa Rosanna D'Amore, viene ripreso in questa newsletter dal Dott. Marco Fava, che nell'analizzare nuovamente la risposta all'interpello dell'Agenzia delle Entrate espone un CASO CONCRETO: Supponiamo che l'associazione sportiva dilettantistica Basket Teramo abbia optato, avendone i requisiti, per la L. 398/91 e che si trovi nella seguente situazione:

Continua ...

 

11m_guide-e-vademecum
L’art. 148 del DPR 22 dicembre 1986, n. 917 prevede che non è considerata commerciale: (a) l'attività svolta dagli Enti non commerciali residenti nei confronti degli associati o partecipanti, in conformità alle finalità istituzionali, dalle associazioni, dai consorzi e dagli altri enti non commerciali di tipo associativo; (b) le somme versate dagli associati o partecipanti a titolo di quote o contributi associativi non concorrono a formare il reddito complessivo. Sono, invece, considerate commerciali (e sono, perciò, fonte di redditi di impresa se abbiano carattere di abitualità ovvero di redditi diversi, se occasionali) le attività di cessione di beni e le prestazioni di servizi agli associati o partecipanti verso pagamento di corrispettivi specifici, compresi i contributi e le quote supplementari determinati in funzione delle maggiori o diverse prestazioni alle quali danno diritto. Queste attività, perciò, non possono essere qualificate commerciali sino a che sono alimentate da quote associative sganciate dall’ammontare dei benefici che i singoli associati o partecipanti traggono da esse. Lo diventano se, e nei limiti in cui,alle prestazioni dell’ente si ricollega una specifica controprestazione dell’associato o partecipante, anche se sotto forma di contributi o quote supplementari. In tale ultima ipotesi, infatti lo scambio di utilità tra l’ente e il suo membro non differisce da quello che potrebbe realizzarsi fra parti indipendenti sul mercato. Con particolare riferimento alle associazioni sportive dilettantistiche, la disposizione contenuta al 3° comma dell’art. 148 (derogando in parte alla disciplina dettata dai due commi precedenti) prevede che:

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Il limite di € 51.645,69 previsto dall'art. 25 della legge n. 133/99 è fruibile da tutti gli enti non commerciali? Anche da coloro che in regime 398 superano proventi per € 250.000? risposta a cura del Dott. Giancarlo Senese, Consulente Regionale Fiscosport Campania

Continua ...

 

13m_la-modulistica
Grazie alla consulenza dell'Avv. Katia Scarpa, Consulente Provinciale Fiscosport Milano e alla collaborazione del Dott. Marcello Brienza, Collaboratore del progetto Fiscosport per la Basilicata, Fiscosport si arricchisce di un documento: lo schema di contratto di collaborazione coordinata e continuativa di carattere amministrativo-gestionale .

Continua ...

 

M_art-no-image
Una recente risoluzione ministeriale (la n. 123 del 07.11.2006) conferma quanto già espresso dalla stessa amministrazione finanziaria in ordine al comportamento “fiscale” da seguire in caso di superamento in corso d’anno del limite dei proventi fissato in euro 250.000,00 = per la fruizione del regime fiscale agevolato di cui alla L. 398/91. In effetti, la circolare 11 febbraio 1992, n. 1, esplicativa delle novità introdotte dalla legge 16 dicembre 1991, n. 398, chiariva che le disposizioni di cui alla legge medesima – che si applicavano ed applicano per effetto dell’esercizio di apposita opzione- cessano di applicarsi per effetto della revoca dell’opzione e,   in ogni caso , per il superamento, nel corso del periodo di imposta del limite massimo di proventi ( pari ad euro 250.000=), con effetto dal mese successivo a quello in cui il limite è superato . L’obbligo delle scritture contabili (art. 20 del D.p.r. 600/73, scelta tra regime di contabilità ordinaria o regime di contabilità semplificata, ovvero regimi forfetari di cui all’art. 145 del D.p.r. 917/86) e degli adempimenti previsti dal Titolo II del D.p.r. 633/72 (obbligo di certificazione di tutti i corrispettivi, registrazioni delle fatture emesse e di acquisto in appositi registri, liquidazioni, annotazione e versamento dell’imposta con cadenza mensile, ovvero trimestrale con addebito dell’1%) debbono essere ripristinati, prosegue la circolare , per effetto della revoca o per il superamento del limite massimo dei proventi. I chiarimenti forniti dall’amministrazione finanziaria nella circolare in menzione   -ripresi nella risoluzione in commento- comportano l’applicazione di due diversi regimi tributari in un medesimo periodo di imposta sia con riferimento all’Iva che con riferimento all’imposte sui redditi. Il primo –regime L. 398/91- applicabile ai fini Iva, imposte dirette (ed Irap) dall’inizio del periodo di imposta e sino al mese di superamento del limite; il secondo – regime ordinario ai fini Iva e regime contabile semplificato, ordinario o ulteriore forfetario ai fini delle imposte dirette (ed Irap)- applicabile dal mese successivo all’avvenuto superamento e sino alla fine del periodo di imposta. Facciamo attenzione però

Continua ...

 


« Previous1 ... 171 172 173 174 175 ... 186 Next » (2581-2595/2788) | Per page: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

ABBONAMENTO 2019

 

Basta poco per garantirsi un anno di aggiornamenti fiscosportivi!!! 

Info su costi e modalità alla pagina Abbonamenti

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.