Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

 

10m_giurisprudenza
Durante i lavori del convegno del 4/10/2014 - in occasione del 54^ salone nautico internazionale di Genova - sono state affrontate le tematiche relative alla serie di controlli che l’Agenzia delle Entrate-Direzione Regionale della Liguria ha disposto nei confronti delle associazioni sportive dilettantistiche relativamente alle attività di rimessaggio delle barche e di assegnazione di posti barca a favore dei propri associati con decommercializzazione dei corrispettivi specifici (art. 148, comma 3, D.p.r. n. 917/1986 – TUIR). Molti sono infatti i circoli nautici che gestiscono un porticciolo, in concessione dall’autorità marittima nell’ambito dell’area portuale. L’Agenzia delle Entrate in più di una occasione non ha mancato di sollevare la questione e di considerare “commerciali” tali servizi, recuperando le relative imposte IRES, IRAP ed IVA, importi che il più delle volte si sono dimostrati insostenibili per le associazioni sportive stesse. La domanda che ci si pone è: quando possiamo considerare tali attività rientranti nelle finalità istituzionali?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Nella Newsletter Fiscosport n. 16/2014 sono state commentate le "Linee guida di indirizzo in materia di certificati medici per l’attività sportiva non agonistica" (d.m. 8 agosto 2014). Un nostro lettore chiede di specificare se l'elettrocardiogramma sia obbligatorio oppure a discrezione del medico curante.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se una a.s.d. che si adegua alla normativa fiscale ex l. 398 debba obbligatoriamente registrare all'Ufficio delle Entrate l'atto costitutivo e lo statuto, come si possa rimediare se non è stato adempiuto all'obbligo, e se la registrazione sia necessaria anche in caso di modifiche successive (ripresentando il nuovo statuto o registrando solo la modifica del precedente).

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
La domanda che viene sottoposta verte sui compensi ex art. 67 lett. m) T.U.I.R. e nello specifico sulle co.co.co. a carattere amministrativo-gestionale non professionale rese a favore di ASD (nella fattispecie compiti tipici di segreteria). Da una più approfondita analisi degli obblighi a carico delle A.S.D., chi scrive è giunto alle seguenti conclusioni: 1) Comunicazione al Centro per l’impiego della provincia di appartenenza della ASD entro 24 ore dall’inizio del rapporto; 2) Stesura di un regolare contratto con menzione nel verbale del Consiglio Direttivo; 3) Rilascio autocertificazione (mensile se il compenso è per comodità corrisposto mensilmente) da parte del collaboratore in cui lo stesso afferma di non superare la soglia dei 7.500,00 Euro; 4) Rilascio da parte della ASD, entro il 28/02 di ciascun anno, di certificazione in cui si evince il compenso annuo corrisposto al collaboratore; 5) Invio modello 770; 6) Predisposizione Libro Unico del Lavoro. Stiamo agendo correttamente? Relativamente, invece, alle collaborazioni "sportive" (istruttori sportivi per intenderci), ci è parso di capire che l'obbligo di comunicazione al Centro per l'impiego e predisposizione LUL scatta soltanto quando vengono superati i 7.500,00 Euro. Ci date conferma di questa interpretazione? Inoltre, un architetto con regolare Partita Iva, può percepire compensi di natura amministrativo gestionale dalla nostra A.S.D.? Se, come riteniamo la risposta è affermativa, occorre sempre fare comunicazione al centro per l'impiego dato che stiamo parlando di un libero professionista? Infine, se possibile, si richiede cortesemente qualche riferimento a sentenze recenti relative a cause lavorative tra A.S.D. e co.co.co. a carattere amministrativo-gestionale.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede quale sia la percentuale di IVA da versare (50%, 2/3, 90%) su una fattura emessa a una scuola per un progetto realizzato nel corso dell'anno scolastico (non si tratta quindi né di sponsorizzazione, né di pubblicità). Chi pone il quesito riterrebbe corretta la soluzione del 50%, rileva tuttavia che dalla lettura dell'articolo 74, 6° comma del d.p.r. n. 633/72, sembra si faccia riferimento solo alle attività relative agli intrattenimenti.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Un'associazione sportiva dilettantistica, a seguito dell'offerta di collaborazione da parte di una coop sociale che chiede di gestire la parte sportivo-motoria (ginnastica per la terza età, ginnastica per obesi, ecc...) nelle strutture da loro gestite, chiede se vi sia necessità di un contratto (o di una lettera di intesa) e se esistano leggi che regolano tali accordi.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Un gruppo di volontariato vincenziano, con finalità sociali di promozione umana e cristiana, riceve in donazione delle opere d'arte con la precisa disposizione di provvedere alla monetizzazione e successivamente di destinare il ricavato ai fini statutari. Si fa presente che nello statuto dell'associazione, alla voce entrate e patrimonio sociale sono previste donazioni e lasciti testamentari. Si chiede quali siano le corrette formalità da seguire per la cessione delle opere e se tali cessioni configurino un'attività commerciale soggetta a IVA.

Continua ...

 

9m_convegni-ed-eventi
Il Comitato Provinciale CSEN Imperia, con il patrocinio del Comune di Taggia, organizza un Convegno di aggiornamento per a.s.d. e a.p.s. che si terrà il giorno 28 ottobre 2014, alle ore 20.30, ad Arma di Taggia, presso Villa Boselli. Le relazioni saranno tenute dal rag. Pietro Canta, Commercialista a Imperia e Genova e Consulente Regionale Fiscosport per la Liguria, e dalla rag. Cristina Volpi di FiscoNoProfit.

Continua ...

 

9m_convegni-ed-eventi
La Scuola Regionale dello Sport delle Marche in collaborazione con il Comune di Senigallia, organizzano un seminario in materia di gestione di impianti sportivi che si terrà a Senigallia il 25 ottobre 2014, a partire dalle ore 8.45. Tra i relatori anche i Consulenti Fiscosport: dott. Giuliano Sinibaldi, avv. Barbara Agostinis e avv. Mario Vigna.

Continua ...

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 31 ottobre 2014. Altre scadenze sul sito dell'Agenzia delle Entrate: in particolare per le associazioni senza Partita IVA (categoria G) e per le associazioni con Partita IVA (categoria E)

Continua ...

 

3m_approfondimenti
Dopo il farneticante periodo che ha seguito l’emanazione del nuovo art. 25-bis del d.p.r. n. 313/2002, introdotto dal legislatore con il d. lgs. 39/2014 lo scorso aprile, il mondo sportivo ha necessità di avere dei punti fermi circa il nuovo obbligo, in vista dell’approssimarsi dell’avvio della nuova stagione sportiva.

Continua ...

 

10m_giurisprudenza
Nel panorama delle sentenze di merito, ormai numerose, che si occupano della legittimità dei compensi agli sportivi dilettanti, questo recente intervento del Tribunale di Venezia segna un punto a sfavore dell’INPS toccando varie questioni che interessano la disciplina dei redditi diversi regolati dall’art. 67 comma I lett. m) T.U.I.R.: l’esercizio diretto di attività sportiva dilettantistica, la professionalità della prestazione, l’onere della prova in ordine alla pretesa contributiva.

Continua ...

 

10m_giurisprudenza
Qualora a una A.S.D. venga disconosciuto il diritto di usufruire delle disposizioni di cui alla l. 398/1991, il reddito relativo alle attività commerciali esercitate e l’IVA dovuta sulle stesse devono essere ricalcolati secondo gli ordinari principi previsti dalla normativa tributaria in relazione alla determinazione del reddito di impresa ed alla determinazione della base imponibile IVA. Conseguentemente, deve essere riconosciuta la detraibilità dell’IVA assolta dall’Associazione sugli acquisti. E' quanto stabilito dalla Commissione Tributaria Provinciale di Alessandria, sezione 1, sentenza n. 181/01/14 del 02/04/2014.

Continua ...

 


1 2 3 ... 113 Next » (1-15/1684) | Per page: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

La Newsletter Fiscosport ha cadenza QUINDICINALE e viene di norma inoltrata nella giornata del giovedì (16/10, 30/10, 13/11, 27/11) a mezzo e-mail agli utenti abilitati ai Servizi Fiscosport, direttamente o per tramite di un C.R. CONI, di una Fsn/Dsa/Eps, o di altro Ente aderente al Progetto Fiscosport.
Gli utenti non ancora registrati possono iscriversi utilizzando la maschera in alto a sinistra o registrandosi al sito da Questa Pagina (registrazione gratuita e non vincolante per 30 giorni).  

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.