Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

21m_le-news-sportive
Nella Newsletter n. 5/2015 del 12 marzo scorso avevamo evidenziato il problema del reverse charge per i soggetti in regime 398: la Circolare 27/3/2015 n. 14/E lo risolve, dando una interpretazione assolutamente ragionevole della recente modifica legislativa.

Continua ...

 

4405m
Buona Pasqua ai nostri Lettori e a tutto il mondo dello sport dilettantistico!

Continua ...

 

15m_lavoro-e-previdenza
I provvedimenti emanati dal governo in relazione alla riforma della legislazione sul lavoro (il c.d. “Jobs Act”) impattano anche sulle società ed associazioni sportive dilettantistiche. In particolare, il Legislatore sembra avere preso atto della particolarità e delle specificità del settore sportivo dilettantistico, prevedendo l’esenzione dei rapporti di lavoro instaurati dai sodalizi sportivi dall’obbligo di impiego di contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato. La riforma, tuttavia, non ha fatto chiarezza in merito al confine tra “lavoro sportivo” e “prestazioni sportive dilettantistiche” inquadrabili tra i c.d. “redditi diversi” ex art. 67 T.U.I.R., talché rimangono aperte gran parte delle problematiche legate all’inquadramento, tributario e, soprattutto, previdenziale, degli sportivi dilettanti.

Continua ...

 

 

4397m
Il "Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini fiscali da parte degli enti associativi" (c.d. Modello EAS) va presentato entro 60 giorni dalla data di costituzione degli enti; il 31 marzo è data rilevante solo nel caso in cui, nel corso del 2014, si siano verificate variazioni di alcuni dei dati già precedentemente comunicati: ricordiamo qui quali sono.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Preso atto del contenuto del D.Lgs. 175/2014 (Semplificazioni Fiscali) in particolare sul punto dove viene uniformata la disciplina riguardante la detrazione forfetaria dell'IVA a debito su introiti pubblicitari e di sponsorizzazione, si chiede se, di fronte alla notifica di un avviso di accertamento riguardante il periodo d'imposta 2009 e avente a oggetto proprio delle contestazioni sulla natura di alcune entrate (distinzione appunto tra pubblicità e sponsorizzazione) il contribuente possa invocare quanto contenuto nell'art. 3 comma 2 del D.Lgs. 472/1997 (c.d. favor rei) e chiedere l'annullamento in autotutela dell'avviso di accertamento senza necessità di passare per la fase di contenzioso.

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si dà il caso di un tesserato che svolge attività sportiva agonistica all'interno di una a.s.d. ed è in regola con il certificato medico sportivo: mentre però il tesseramento scade il 30 agosto, il certificato è valido fino alla fine di aprile, quando cessano gli allenamenti con l'a.s.d. Premesso che nel beach volley l'iscrizione ai tornei federali non deve essere sottoscritta dall'associazione ma solo privatamente dal singolo atleta, si chiede se il presidente dell'a.s.d. possa essere ritenuto responsabile qualora il tesserato si iscriva a un torneo in giugno all'insaputa dell'a.s.d., e nell'occasione non provveda a rinnovare il certificato medico.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se in occasione dell'organizzazione di eventi sportivi (gara di sci, corsa podistica, partita di calcio ecc) vi sia, ed eventualmente quale sia, una norma che regola l'obbligo della presenza dell'ambulanza e del medico a bordo.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Associazione sportiva in regime "398" che, nell'anno 2008 non effettua alcuni dei versamenti Iva che risultavano dalle "liquidazioni" periodiche. Nel 2013 viene invitata, tramite questionario, a presentare tutta una serie di documenti relativi agli anni dal 2008 al 2012. Nel mese di dicembre 2014 le viene notificato avviso di accertamento ed atto di contestazione di sanzioni relativamente agli importi Iva non versati nello stesso anno 2008. Premesso che, per un soggetto in "398", non vi è obbligo di presentazione della dichiarazione annuale I.V.A. e che, pertanto, la stessa, non possa di certo mai essere considerata omessa, si chiede se non si debbano ritenere scaduti i termini di accertamento (ex art. 57 del D.P.R. 633/72) in quanto atto notificato oltre il termine decadenziale del del quarto anno successivo a quello in cui è stata (sarebbe dovuta essere...) presentata la relativa dichiarazione I.V.A.

Continua ...

 


1 2 3 ... 181 Next » (1-10/1802) | Per page: 10, 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

La Newsletter Fiscosport ha cadenza QUINDICINALE e viene di norma inoltrata nella giornata del giovedì (26/2, 12/3, 26/3, 9/4 ) a mezzo e-mail agli utenti abilitati ai Servizi Fiscosport, direttamente o per tramite di un C.R. CONI, di una Fsn/Dsa/Eps, o di altro Ente aderente al Progetto Fiscosport.

Gli utenti non ancora registrati possono iscriversi utilizzando la maschera in alto a sinistra o registrandosi al sito da Questa Pagina (registrazione gratuita e non vincolante per 30 giorni).

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.