Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

10m_giurisprudenza
Atleti e allenatori dilettanti: professionisti di fatto? Versano i contributi Enpals solo se dipendenti. E’ quanto afferma, in estrema sintesi, la sentenza del Tribunale di Venezia n.380/14 del 27/5/2014 che ha annullato l’avviso di addebito con il quale INPS (gestione ex Enpals) azionava la pretesa contributiva per atleti e allenatori di una squadra di hockey di serie A.

Continua ...

 

10m_giurisprudenza
Forse la più lunga sentenza relativa al nostro settore che abbiamo mai letto ci dà modo di riesaminare assieme molti dei punti critici: nulla di nuovo, ma molte interessanti prese di posizione. Alcune assolutamente corrette, alcune forse opinabili, alcune, a nostro avviso, ripropongono pregiudizi non solo infondati ma oggi, dopo anni di pronunce di prassi e giurisprudenza, diremmo addirittura nettamente datati.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se, ai fini del godimento delle agevolazioni previste dal comma 3 dell'art. 148 T.U.I.R., la clausola alla lettera f) del comma 8 (stesso articolo) sia vincolante anche per la Società sportiva dilettantistica a Responsabilità Limitata? La CM 38E/2010 ha esteso alle S.S.D. tale disposizione che però, per quanto riguarda le quote dei soci "fondatori" la SRL sportiva può risultare molto penalizzante...

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Nel corso dell'anno una a.s.d. organizza diversi concorsi ippici e chiede se le quote di iscrizione, comprensive della quota di iscrizione e del box dove alloggia il cavallo durante la manifestazione, e pagate da ogni partecipante iscritto alla Federazione Italiana Sport Equestri possano essere considerate ricavi istituzionali. Nel caso di risposta affermativa si chiede se a stessa conclusione si arriverebbe anche qualora la manifestazione avesse i caratteri di gara internazionale e fosse pertanto aperta a cavalieri di altre nazioni.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una a.s.d. ha in programma la trasformazione in s.s.d.: si chiede se debba essere necessaria l'unanimità dei soci aventi diritto al voto (una quarto di essi sono minori) ovvero basti una percentuale di essi. Inoltre, fatto salvo, come più volte spiegato su questa Rivista, il trasferimento di tutti gli obblighi, contratti, contenziosi dalla a.s.d. alla s.s.d., se l'a.s.d. ha una causa in corso, i cui esiti potrebbero comportare un impegno economico sia del patrimonio associativo che di quanti hanno operato in nome e per conto dell'associazione, chi ne risponderebbe se la trasformazione avviene durante la causa stessa? Si risponderebbe solo con il capitale sociale o ancora anche con il patrimonio del presidente o di chi ha agito in nome e per conto?

Continua ...

 

22m_normativa
E’ in vigore dallo scorso primo luglio il nuovo Codice della Giustizia sportiva che regola l’ordinamento e lo svolgimento dei procedimenti di Giustizia davanti alle Federazioni Sportive Nazionali e Discipline sportive associate.

Continua ...

 

4199m
Il comunicato di un Ente di Promozione Sportiva (C.S.E.N.) - che ricorda ai propri affiliati quale siano le procedure da seguire per il tesseramento - offre l'occasione per ribadire l'importanza di tenere comportamenti corretti al fine di non incorrere in situazioni di disagio nel caso di eventuali controlli da parte degli uffici competenti.

Continua ...

 

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 16 luglio 2014. Altre scadenze sul sito dell'Agenzia delle Entrate: in particolare per le associazioni senza Partita IVA (categoria G) e per le associazioni con Partita IVA (categoria E)

Continua ...

 

15m_lavoro-e-previdenza
A una a.s.d. è stato eccepito in sede di PVC (processo verbale di constatazione) la mancanza di specificità nelle prestazioni di cui all'articolo 67, comma 1, lett. m del T.U.I.R. I verbalizzanti hanno sostenuto che essendo l'oggetto della prestazione troppo generico, lo stesso non poteva essere qualificato secondo la normativa speciale ed è stato riqualificato come rapporto di lavoro autonomo occasionale, con tutte le dovute conseguenze. Il contratto esistente non specifica l'oggetto di ogni singola prestazione. Si chiede un parere in merito alla possibilità, in sede di confronto con l'agenzia delle entrate, di allegare per ogni prestazione l'oggetto dell'attività svolta.

Continua ...

 

21m_le-news-sportive
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 20 giugno scorso un D.Lgs (Decreto Legislativo) di 34 articoli contenenti semplificazioni fiscali in attuazione dello schema attuativo di delega fiscale. Per quanto di interesse delle Società ed Associazioni Sportive Dilettantistiche e delle altre associazioni senza scopo di lucro, comprese le Pro-Loco, le associazioni culturali e le bande musicali, che usufruiscono delle disposizioni agevolative di cui alla L. 398/1991 si segnala quanto segue...

Continua ...

 

21m_le-news-sportive
Nella Newsletter Fiscosport n. 10/2014 abbiamo pubblicato le Linee Guida sulle quali si baserà la riforma del Terzo Settore promessa dal Governo: l'iter prevedeva il coinvolgimento e l'ascolto delle parti coinvolte, tant'è che tutti gli operatori del settore ma anche cittadini e utenti finali degli enti del non profit sono stati invitati a inviare proposte e suggerimenti. Nel contributo che segue ho accolto l'invito, e ai vari punti delle Linee guida (visualizzati in nero/corsivo) ho ritenuto di poter far seguire alcune osservazioni e proposte (testo visualizzato in blu): in attesa che - come annunciato ieri, 25 giugno, dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, a margine dell'assemblea generale dei soci Coop Italia - il prossimo 30 giugno il Consiglio dei ministri approvi la proposta di legge delega.

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una a.s.d. recentemente costituita con scrittura privata registrata, operante con il solo codice fiscale, desidera predisporre un rendiconto da portare all'attenzione del direttivo: nello statuto si parla di rendiconto economico e finanziario e non di semplice rendiconto economico e dunque si chiede se sia necessario redigere un rendiconto per competenza invece che per cassa. La domanda nasce dal fatto che con solo il resoconto economico l'a.s.d. è in attivo mentre con il resoconto finanziario è in perdita. Come trattare, dunque, una perdita di gestione, anche se la dilazione ottenuta garantisce il pareggio tra entrate ed uscite?

Continua ...

 


1 2 3 ... 110 Next » (1-15/1636) | Per page: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

Il Servizio Quesiti offerto da Fiscosport agli Utenti regolarmente abbonati (in proprio o tramite Convenzione) è sospeso nei mesi di luglio e agosto e riprenderà a partire da settembre.

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.