Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

1l_5-per-mille

Tra il recente avvio dei pagamenti relativi al 2013 alle procedure per ricevere i pagamenti arretrati fino al termine del 30 settembre per la remissione in bonis: anche quest'anno a settembre si torna a parlare di 5 per mille.

 

Pagamenti 5 per mille 2013

Con la firma del decreto da parte del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali ha preso il via nei giorni scorsi l'iter relativo all'erogazione dei primi pagamenti delle somme relative al 5 per mille 2013. I "primi", abbiamo detto, perchè non saranno tutti ma solo quelli a favore delle associazioni beneficiarie delle maggiori somme, quelle - sono una quarantina - che hanno raccolto oltre i 500mila euro.

Un volta terminato il controllo di corrispondenza degli estremi bancari anche dei restanti enti, si procederà al pagamento per bonifico delle somme spettanti. 
 

Mancato pagamento 5 per mille precedente il 2013

Sei un ente destinatario del 5 per mille relativo agli anni precedenti il 2013 ma ancora non hai ricevuto la somma spettante? 

Probabilmente vi sono errori nei dati bancari comunicati, quali, ad esempio, l'IBAN non corretto: per risolvere l'impasse il Ministero del lavoro ha pubblicato le istruzioni per ricevere i contributi precedenti all'annualità 2013. Spiega il ministero che "ogni anno vengono effettuati oltre 30 mila pagamenti per il contributo cinque per mille e può accadere che alcuni di questi non vadano a buon fine. Le cause prevalenti sono dovute sia agli enti, qualora il conto viene [sic] spostato o chiuso, sia alle banche, quando il cambiamento della ragione sociale dovuto a fusioni, modificando il codice ABI della banca, modifica a sua volta il codice IBAN usato per fare il bonifico". 

Altre possono essere le cause del mancato pagamento, e la nota ministeriale indica per ognuna le modalità per sbloccare l'erogazione spettante. Indispensabile comunque un'attenta lettura della pagina sopra linkata e dei singoli moduli che da lì possono essere scaricati. Per chiudere, si segnala che è a disposizione - e ne è consigliato l'utilizzo - anche una mail per chiedere e ricevere i chiarimenti di cui si necessita:  Quesiti5perMille@lavoro.gov.it  


Remissione in bonis

Ricordiamo infine che il prossimo 30 settembre scade il termine per rimettere in bonis gli inadempimenti che riguardano il 5 per mille di quest'anno (redditi 2015), quali il mancato invio del modello per l'iscrizione agli elenchi degli enti ammessi al riparto e/o l'invio dell'autocertificazione riguardante i requisiti necessari per accedere al riparto (v. nel dettaglio lo Scadenzario in questo stesso numero di Fiscosport).

Si tratta dell'ultima occasione per sanare il mancato rispetto dei termini principali: la sanzione di 258 euro si versa mediante il mod. F24 codice tributo 8115.




a
A

Articoli Simili








Articoli in Evidenza

No data to display

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.